Banana bread

Eccomi con un’altra ricetta per colazioni buonissime ma leggere! Ho preparato questo dolce in una meravigliosa mattina di fine ottobre, con il sole ancora caldo e i colori dell’autunno che scaldano il cuore. Non ho resistito e ne ho subito assaggiata una fetta in terrazzo, impagabile la magia dell’ultimo sole e di un buon dolce.

Il banana bread è un dolce davvero furbo: permette di riciclare quelle banane nere che immancabilmente trovo in frigo che sarebbero altrimenti destinate alla spazzatura (e nota: più sono nere più il banana bread viene buono!), è sano perché contiene pochi grassi e si prepara in un attimo. Tutti gli ingredienti nella ciotola e via dritto in forno!

Sono proprio le banane l’ingrediente segreto che gli dona dolcezza ma soprattutto morbidezza. E’ una di quelle torte umide, ottima da mangiare inzuppata o da sola, che dura anche una settimana. Sembra un classico plumcake, ma svela un sapore delizioso che sorprende sempre tutti. Scommettiamo che nessuno riconosce l’ingrediente misterioso?

Io ne ho fatte due versioni: una con le noci e i cubetti di mela, una con le noci e le scaglie di cioccolato fondente. Questa ricetta è della mia collega Alessandra, super collaudata dalle amiche e conoscenti più svariate. Mi sbilancio nel dire che ha raggiunto la perfezione! Prova e vedrai!

Banana bread

Ingredienti

dosi per uno stampo da plumcake da 30 cm

2 1/2 cup di farina (225 g)

1 cup di zucchero bianco (225 g)

1/2 cup di zucchero di canna (90 g)

1 teaspoon di maizena (10 g)

1 pizzico di sale

2 uova

1 stick di burro (113 g)

3 banane molto mature

1 cup di latte (240 ml)

1 bustina di lievito per dolci

1 bustina di vanillina

Preparazione

Riscalda il forno statico a 180 gradi.

In una ciotola mescola la farina, lo zucchero bianco, lo zucchero di canna e un pizzico di sale. In un’altra ciotola sbatti le uova con il burro sciolto e aggiungi le banane schiacciate e la maizena.

Unisci le polveri nel liquido. Sciogli il lievito e la vanillina nel latte tiepido e aggiungilo al composto.

Mescola con cura. A questo punto puoi aggiungere le noci sgusciate e tritate grossolanamente, le mele tagliate a cunette e infarinate così che non affondino nell’impasto, le scaglie di cioccolato fondente.

Versa l’impasto in uno stampo da plum cake imburrato e infarinato, e cuoci in forno statico a 180 gradi per un’ora. Dopo 45 minuti fai la prova stecchino perché la cottura varia molto da forno a forno.

Note

  • Una volta che l’impasto è pronto, per ultimi puoi aggiungere gli ingredienti che preferisci. Il banana bread è ottimo anche liscio, ma trovo che le noci e il cioccolato lo rendano ancora più sfizioso. Le mele sono un esperimento recente ma ci stanno davvero bene, lo rendono ancora più umido e leggero.
  • Si conserva una settimana in un contenitore per alimenti.
  • Puoi sostituire il latte con un latte vegetale (soia, mandorla, avena…) e il burro con l’olio di semi per rendere questo dolce privo di lattosio.

Banana bread

Banana bread

 

 

A presto!

Firma Giulia

0
Share