,

Maschere viso: la mia top 5

Dopo più di anno dall’apertura del blog inauguro il capitolo “Beauty”, mia grande passione fin da quando ero piccolina e usavo di nascosto il rossetto della mamma. Alle medie avevo il permesso di mettere lo smalto solo nel weekend, mai e poi mai per andare a scuola. Ovviamente ogni domenica sera disubbidivo sistematicamente all’obbligo di toglierlo, e ogni lunedì mattina, a colazione, si assisteva al teatrino di me che facevo le acrobazie per nascondere le unghie colorate dietro alla scatola dei Corn Flakes. Poi, appena uscita di casa, tiravo fuori dallo zaino il rossetto rosa, regalo della zia Lalli, che si guadagnava così il titolo di “Zia Preferita”.

Inauguro la rubrica Beauty parlando delle mie 5 maschere viso preferite. Ce n’è davvero per tutte le tasche e per tutti i gusti: peel off, in crema, in tessuto, in polvere, idratanti, illuminanti, sebo-normalizzanti… In comune però hanno tutte la modalità di applicazione: sempre dopo la doccia o il bagno, in modo che i pori siano ben aperti. Un piccolo dettaglio che però fa la differenza! Le maschere cremose le spalmo con un pennello a setole fitte e poi le rimuovo con acqua tiepida e un pannetto in microfibra. L’ultimo risciacquo sempre con acqua fredda, per richiudere i pori (e svegliarmi!).

Partiamo quindi con la classifica:

Review maschera viso Boscia

1. Boscia, Luminizing Black Mask: questa è la mia maschera del cuore, scoperta durante la mia prima volta a New York e mai più abbandonata. Purtroppo costa parecchio (34$) e in Italia si trova a fatica, ma è uno dei pochissimi prodotti di bellezza che continuo a ricomprare con regolarità. Per fortuna dura a lungo, anche perché non la faccio più di una volta ogni 2 settimane. È la classica maschera peel off: appena applicata ha una consistenza appiccicaticcia e cremosa, asciugandosi diventa come un sottile strato di “plastica” da rimuovere delicatamente. Con lui viene via tutto ciò che di brutto avevo sul viso, lasciando la pelle pulitissima, luminosa, e con i pori minimizzati. Rimuovendola tira un po’, quindi evito di applicarla nelle zone più delicate del contorno occhi e labbra. L’effetto persiste per giorni, non è la classica maschera d’emergenza il cui effetto miracoloso dura il tempo di una serata.

Review maschera viso L'Oréal

2. L’Oréal, Maschera Detox Argilla Pura: anche questa è una maschera illuminante, a differenza della precedente però nella classica formulazione cremosa. Piacevolissima da stendere e profumata, va lasciata asciugare per circa 10 minuti (finché non cambia colore e inizia a “tirare”) e poi risciacquata con acqua. Mi piace molto perché non secca la pelle come altre maschere a base di argilla che ho provato in passato. Non ha lo stesso effetto WOW immediato di quella di Boscia, ma con un utilizzo costante ho notato che la pelle è molto più luminosa e compatta. Ottimo anche il prezzo, tra i 6 e i 10€ a seconda del punto vendita.

Review maschera viso Caudalie

3. Caudalie, Maschera Crema Idratante: non uso a cadenza settimanale le maschere idratanti perché applico già una crema notte molto ricca e normalmente per la mia pelle è sufficiente, ma in periodi in cui è particolarmente stressata (per esempio quando fa molto freddo, dopo una giornata di sole, o un viaggio in aereo), questa di Caudalie è perfetta. Io la sera ne applico uno strato spesso su tutto il viso, labbra e contorno occhi compresi. La lascio agire come se fosse un impacco intensivo anche una o due ore, ne rimuovo l’eccesso picchiettando un po’ di carta igienica e poi vado a dormire. La mattina la pelle è morbidissima, elastica e turgida. Anche questa a un prezzo onesto, intorno ai 15€.

Review maschere viso preferite

4. MISSHA, Real Solution Tencel Sheet Mask: tra le varie maschere in tessuto che ho provato, queste sono le mie preferite. Sono super imbevute di siero, infatti la lascio in posa molto più a lungo del tempo minimo consigliato, anzi spesso le uso davanti a un film, quindi anche per un paio d’ore. L’eccesso di siero che resta nella confezione non lo butto: me lo spalmo su collo, decolleté e anche il resto del corpo ringrazia! Non le uso regolarmente, le conservo per le occasioni speciali. Infatti danno un bellissimo effetto “appena sveglia dopo 10 ore di sonno beato”, purtroppo temporaneo, che però permette di presentarsi a un’occasione speciale in splendida forma. Costano intorno ai 3€ l’una e tra le varianti disponibili, le mie preferite sono quelle al Collagene, all’Acido ialuronico e al Vitamin Complex.

Review maschera viso Burt's Bees

5. Burt’s Bees, Pore Refinining Mask: termino la mia classifica con una maschera 100% naturale di un brand americano che amo moltissimo. Questa è a base di argilla verde ed è in polvere. Io la mescolo con un po’ di tonico fino a ottenere una crema, che poi spalmo su tutto il viso evitando il contorno occhi. La lascio agire al massimo 10 minuti, infatti l’argilla verde è più aggressiva di quella bianca (che invece troviamo nella maschera di L’Oréal). Per lo stesso motivo, la uso solo in periodi in cui ho una pelle particolarmente ribelle, che tende a lucidarsi nella zona T, e la trovo super efficace. Immediatamente la pelle è asciutta, compatta e uniforme. Anche questa l’ho acquistata negli Stati Uniti, ma recentemente ho visto che alcuni siti italiani hanno iniziato a trattare Burt’s Bees tra i propri marchi.

Spero di averti dato qualche spunto interessante! A presto!

Firma Giulia

Share
Giulia

About Giulia

With grace in my heart and flowers in my hair.

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *