Idee per il Calendario dell'Avvento
,

Quest’anno non sai cosa regalare? Invece che un solo grande regalo per la mattina di Natale, perché non realizzi un calendario dell’Avvento personalizzato con 24 regalini e un regalo principale per il 25 Dicembre? L’anno scorso l’ho realizzato per mio marito ed è stato felicissimo.

Idee per il Calendario dell'Avvento

Immagina di iniziare ogni mattina con un pacchetto da scartare… chi non vorrebbe passare così uno dei mesi più magici dell’anno? Penso sia un’idea deliziosa sia per un bambino che per un adulto. Non solo per la gioia di svegliarsi ogni mattina con un regalo ad attenderci, ma anche per il sapere che qualcuno che ci ha ama ha dedicato tempo ed energie alla nostra felicità.

Capisco che trovare 24 regalini per un bambino sia molto più semplice che per un uomo, quindi ti vengo in aiuto con un elenco di possibili idee economiche (o gratuite!) se vuoi realizzare il calendario dell’Avvento per un marito o un fidanzato:

  • Una confezione di capsule Nespresso
  • Una saponetta naturale agrumata (mio marito ha adorato questa)
  • Un paio di boxer o di slip a tema natalizio (ne trovo sempre di carini da Intimissimi)
  • Un paio di pantofole
  • Un paio di guanti
  • Un paio di calze a tema natalizio (in questo periodo Calzedonia ne propone tantissime)
  • Una gel per capelli (mio marito si trova benissimo con la Label M Matte Paste)
  • Una crema da barba (sempre ottime quelle L’Erbolario)
  • Dei biscotti fatti in casa (come questi fagottini pere e cioccolato o i classici baci di dama)
  • Dei tartufi fatti in casa (come questi al cioccolato e mascarpone)
  • Un barattolo di granola fatta in casa (come questa versione autunnale)
  • Un paio di libri
  • Un maglione (su Asos se ne trovano sempre in promozione)
  • Una tazza termica per portare il caffè in ufficio (anche di queste ne trovi tante su Asos)
  • Una birra artigianale
  • Una bottiglia di vino
  • Un biglietto della lotteria
  • Qualche gadget simpatico di Tiger (come per esempio il mini bowling)
  • Qualche accessorio per lo smartphone
  • Un gioco della Playstation
  • Un buono regalo di iTunes
  • Il DVD di un film visto insieme che vi è piaciuto particolarmente
  • La guida turistica per il vostro prossimo viaggio
  • Un coupon per una colazione a letto
  • Un coupon per il suo piatto preferito fatto in casa
  • Un coupon per un massaggio rilassante fatto da te

Per confezionare poi i 24 regalini le possibilità sono infinite. Io avevo pacchetti di dimensioni diverse, quindi ho scelto di incartarli tutti in modo diverso, utilizzando carte, scatoline e nastri sui toni dell’oro, del rosso e del kraft. Ho poi abbinato delle bacche, qualche piccola pigna, o dei rametti di abete.

Non ho esposto tutti i pacchetti insieme dal primo dicembre per un motivo molto pratico: non li avevo ancora tutti! Ogni mattina, appena svegli, ne consegnavo uno. Meno scenografico ma una bellissima routine che ha reso l’attesa del Natale ancora più speciale.

Ma se sei più brava di me a organizzarti in anticipo, ecco qualche meravigliosa idea per un Calendario dell’Avvento che sia decorativo e sfizioso.

Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. Better Homes & Gardens
Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. La Petite Cuisine
Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. Venoska Made
Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. IMI
Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. Craft & Creativity
Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. Pepper Sprouts
Idee per il Calendario dell'Avvento
Ph. Casa Facile

Per decorare i pacchettino con i numeri, io avevo acquistato da Tiger delle mollettine di legno decorate, le ho viste per diversi anni di seguito quindi immagino ci siano anche quest’anno.

In alternativa, puoi semplicemente scrivere i numeri a mano con un Uni Posca bianco sulla carta dei pacchettini o sul cartoncino delle scatoline. Trovo sempre chic il contrasto del bianco sul kraft.

Oppure, puoi stampare dei tag da applicare con un nastro o uno spago ai regalini. Questi sono alcuni dei miei preferiti, sono gratuiti! Clicca sulle immagini per scaricarli.

Idee per il Calendario dell'AvventoIdee per il Calendario dell'AvventoIdee per il Calendario dell'Avvento

A presto!

Firma Giulia

1
Share
White Pumpkins Fall Decor Ideas
,

Ammetto che l’autunno non è una stagione che amo molto. Il freddo mi coglie sempre impreparata e ci metto un po’ a smettere di battere i denti ogni volta che una folata fredda mi sfiora, odio fare il cambio degli armadi e le giornate che si accorciano. Anche i colori autunnali non sono molto in sintonia con quelli di casa mia. Bellissimi in natura, ma l’arancione mi piace vederlo nel bosco, non in mezzo alle 50 sfumature di bianco di casa.

Se anche tu sei amante dei toni neutri ma non vuoi rinunciare a un decor a tema autunnale, prova a dipingere le zucche! È più semplice di quello che sembra, occorre solo procurarsi qualche zucca e un po’ di colori acrilici.

White Pumpkins Fall Decor Ideas

Per le zucche hai due opzioni:

  1. Puoi usare delle zucche vere di varie misure, in questo periodo si trovano in tutti i mercati e sono piuttosto economiche, soprattutto quelle decorative non commestibili. Per contro, dovrai farle seccare prima di dipingerle e questo è un procedimento un po’ lungo: ci vogliono diversi mesi e bisogna stare attenti a non farle marcire durante il processo. Però spesso quelle decorative vengono vendute già secche, prova a chiedere quando le acquisti.
  2. Altrimenti, puoi comprare le orride zucche di plastica arancioni che trovi su Amazon o nei megastore cinesi. Ovviamente non c’è il rischio che deperiscano, ma per contro sono molto meno economiche e realistiche di quelle vere.

Io ho utilizzato delle zucche vere che ho trovato da Orticolario già secche. Le ho semplicemente dipinte con un mix di colori acrilici che avevo in casa. Non le volevo completamente bianche, quindi ho creato un bianco ghiaccio (una puntina di blu e una di rosa nel bianco), un verde salvia chiarissimo (una puntina di verde, una di blu e una di marrone nel bianco) e un rosa cipria (una puntina di rosa e una di marrone nel bianco). Fai i tuoi mix finché non trovi il colore che preferisci e vai di pennello!

Una volta asciutte, puoi usarle in un’infinità di modi. Eccoti qualche idea…

Trovo bellissimo utilizzarle in un centrotavola, accostate a rami, stralci di verde, candele e fiori come le ortensie secche. Semplicemente appoggiate sul tavolo, su una mensola o sul ripiano del camino – se si è così fortunati da averne uno! – regalano un’atmosfera autunnale chic ma non eccessiva.

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Tone On Tone
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Sand & Sisal
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. French Country Cottage

Mi piacciono molto anche disposte in modo quasi casuale dentro a vecchie cassettine di legno. I mercatini delle pulci sono sempre un ottimo posto dove trovarne a poco prezzo. Piccolo consiglio: prima di buttare i vecchi mobili sgangherati della nonna che non hai voglia di rinnovare, conservane i cassetti. Saranno deliziosi come contenitori per questo genere di creazioni!

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Molly One
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Craftberry Bush

Anche i cesti di vimini sono perfetti per questo scopo. Io in casa ne ho un po’ ovunque e li faccio girare a seconda degli utilizzi: porta vasi di piante, coperte, rotoli di carta igienica, riviste…

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Craftberry Bush
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Liz Marie

Un’altra idea deliziosa è usare le zucche come supporto per una scritta calligrafica. Una volta che la zucca è ben asciutta, basterà un pennarello indelebile e la mano ferma per personalizzare la nostra creazione.

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Just Destiny
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Aka Design

Senza voler strafare, un mix di zucche di varia grandezza sarà splendido anche solo appoggiato su un vaso alto o su una bella sedia all’ingresso di casa.

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Thistlewood Farm
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. I Heart Shabby Chic

Oppure disposte su un mobile basso, circondate da un filo di lucine

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. 79 Ideas

Infine, per una cena importante, perché non usare le zucche più piccole come segnaposto? Potremmo anche decidere di scriver sopra ad ognuna il nome degli ospiti, così che a fine serata possano poi tenerle come ricordo. Trovo che sia un’idea deliziosa anche per un matrimonio invernale!

White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. Home Stories A to Z
White Pumpkins Fall Decor Ideas
Ph. BKB & Co.

Spero di averti dato qualche spunto interessante per decorare la tua casa questo autunno.

Se ti piacciono le zucche come elemento di arredo, guarda anche queste lanterne fatte di zucche.

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Come seccare le ortensie
,

Ogni anno capisco di essermi arresa all’autunno quando mi metto a seccare le ortensie. Mi aggrappo ai colori e alla luce dell’estate, facendo fagotto di quel poco che ne resta, come una riserva preziosa che mi traghetterà fino alla prossima primavera.

In realtà i fiori secchi non mi piacciono granché. Le ortensie però sono tra i pochi fiori che trovo meravigliosi sia freschi che essiccati. Anzi, forse da secche sono ancora più eleganti, quell’impallidire appena dei suoi colori vivaci, mantenendo la voluttuosità delle forme.

È davvero facile seccare le ortensie, bastano un po’ d’acqua e di spago. Dopo un paio di settimane saranno pronte per decorare casa. A me piace disporle intere in piccoli vasi di vetro, accostando colori diversi, oppure utilizzando i singoli fiorellini – magari ricavati dai mazzi meno belli – per chiudere i pacchi regalo.

Come seccare le ortensie

Occorrente

Mazzi di ortensie

Vasetti

Acqua

Spago

Procedimento

Raccogli le ortensie quando sono in piena fioritura: i fiori saranno tutti ben aperti ma non ancora appassiti. Non devono essere macchiati o stropicciati.

Taglia il fusto in diagonale con delle forbici affilate. La lunghezza dipende da ciò che vuoi farne.

Elimina le foglie e le eventuali gemme.

Lascia le ortensie in poca acqua (circa 5 cm) per qualche giorno. Dopo 4/5 dovrebbero averla assorbita tutta. A questo punto, legale con un po’ di spago a testa in giù e lasciale riposare in una stanza fresca.

Quando sono perfettamente seccate, sono pronte per essere usate da sole e in composizione ad altri fiori secchi!

Come seccare le ortensie
Come seccare le ortensie
Come seccare le ortensie
Come seccare le ortensie

A presto!

Firma Giulia

0
Share
DIY tableau de mariage
,

Quando ho iniziato a organizzare il mio matrimonio sapevo che mi sarei voluta occupare di tanti elementi in prima persona, soprattutto di tutti i piccoli progetti di fai da te. I lavori manuali mi rilassano tantissimo, concentrarsi su ciò che si sta facendo con un pennello o un cacciavite permette di liberare la testa da pensieri più o meno nefasti che inevitabilmente accompagnano gli ultimi mesi di preparativi.

Se anche tu ami il fai da te e sogni per il tuo matrimonio un’atmosfera retrò e bucolica, segui questo tutorial facilissimo per realizzare un tableau de mariage bellissimo spendendo meno di 100€.

DIY tableau de mariage

Occorrente

Una cornice di 100×70 cm senza fondo e senza vetro (io me la sono fatta fare su misura da Leroy Merlin)

2 staffe reggi-mensola (anche queste le ho prese da Leroy Merlin)

10 metri di spago grosso (il mio l’ho trovato da Tiger)

Scotch di carta

70 mollettine di legno (acquistate su Amazon)

70 escord card di 6×10 cm

4 viti per attaccare le staffe alla cornice

Cacciavite

Sparapunti

Ovviamente queste sono indicazioni per un tableau adatto a un’ottantina di ospiti (le coppie sono sulla stessa card). Adattalo pure in proporzione alle tue esigenze.

Procedimento

Per prima cosa costruisci la struttura del tableau.

Inizia tendendo i fili di spago dove appenderai le escort cards. Ti consiglio di attaccare i pezzi di spago al retro della cornice prima con lo scotch di carta, così potrai aggiustarne la posizione facilmente. Solo quando sarai sicura che l’intreccio creato ti soddisfa, fissa lo spago con la sparapunti.

DIY tableau de mariage

Ora attacca i supporti alla cornice in modo che possa reggersi in piedi. Io ho usato solo 2 viti per ogni supporto per non rischiare di danneggiare il legno della cornice che, al contrario di quello di una mensola, è piuttosto fragile. Essendo molto leggera sono sufficienti due punti di fissaggio.

DIY-tableau-de-mariage_05

Il supporto è pronto!

Ora realizza le escort card.

Ti consiglio di scegliere una carta uguale a quella usata negli inviti e nel resto della cancelleria, in modo da dare continuità anche negli elementi del fai da te. Stesso discorso per il font: se negli inviti è stato usata la calligrafia, cerca di scegliere un font che gli somigli il più possibile; se invece è stato usato un font, chiedi qual è a chi ha disegnato gli inviti e procuratelo anche tu. Se è un font “classico” probabilmente l’hai già installato sul tuo pc. Se è un font a pagamento, ne puoi trovare un’ampissima gamma su Creative Market o My Fonts.

La carta usata nella nostra cancelleria è la Tintoretto Neve e il font che riprende la calligrafia degli inviti è Salt & Spices.

Realizza con il pc il contorno delle escort card poi inserisci dentro ad ognuna il nome dell’ospite e il numero di tavolo. Stampale e ritagliale lungo i contorni.

Se vuoi puoi utilizzare questo template stampabile che ho realizzato per te!

Fatto! Il giorno del matrimonio non resterà che appendere ai fili le escort card con le mollettine e decorare la cornice con una ghirlanda di fiori. Un bellissimo tableau de mariage bucolico e chic di cui andare super orgogliosa!

DIY tableau de mariageDIY tableau de mariage

Un’idea in più: dopo il matrimonio, ho tolto i supporti e riciclato la cornice come bacheca a cui appendere oggetti e ricordi del nostro grande giorno. Un fiore che avevo tra i capelli, l’etichetta delle bottiglie di Amarone che abbiamo regalato agli ospiti, una cannuccia della love potion che abbiamo servito fuori dalla chiesa, qualche foto, un paio di tag con i gusti dei confetti, il francobollo degli inviti…

L’ho appesa in casa e mi sembra davvero un bel ricordo!

DIY tableau de mariageDIY tableau de mariage

A presto!

Firma Giulia

1
Share
Tutorial tavola di Natale | Where Pretty Happens
, ,

Ormai Natale è passato, ma le occasioni per stare insieme e organizzare cene a casa non sono finite! Anzi, ho pensato che la tavola che ho realizzato per il giorno di Natale potesse essere perfetta anche per il cenone di Capodanno. Se penso a questo periodo di festa, i colori che mi vengono in mente sono il rosso, il verde e il bianco. Quindi quest’anno ho voluto puntare su questa palette, anche per usare una bellissima tovaglia rossa in lino che giaceva nell’armadio della biancheria da un po’.

Per il centrotavola e i portatovaglioli non servono spugne da fiorista o altri materiali particolari, puoi trovare tutto facilmente in giardino o dal fiorista. Questa composizione semplicissima e molto spontanea impreziosisce un normalissimo servizio di piatti bianchi, una tovaglia rossa e dei tovaglioli di lino bianchi. È semplicissima da fare, puoi procurarti l’occorrente il giorno prima e assemblarla in un lampo. L’effetto è molto carino, i miei ospiti hanno apprezzato molto!

Tutorial tavola di Natale

Occorrente

Rami di abete

Ranuncoli rossi

Bacche di agrifoglio

Gipsofila

Spago grosso

Tovaglia rossa (la mia è di H&M)

Tovaglioli bianchi (i miei sono di Coin)

Servizio di piatti bianchi (il mio è di Ikea)

Tutorial tavola di Natale

Procedimento

Disponi al centro del tavolo i rami di abete in modo da creare la base del centrotavola, più fitta al centro, più diradata alle due estremità. Io ho creato una forma ovale perché il mio tavolo è rettangolare, su un tavolo rotondo si può realizzare una forma più tonda. Una volta realizzata la base, aggiungi i fiori e le bacche.

Tutorial tavola di Natale

Per decorare i tovaglioli, taglia lo spago in pezzi di circa 80 cm con i quali – facendo un doppio giro – legherai i tovaglioli piegati in 8. Chiudi lo spago con un fiocchetto e infilaci un rametto di abete e di bacche.

Tutorial tavola di Natale

Già fatto! Ora non ti resta che apparecchiare e goderti la tua tavola delle feste!

Tutorial tavola di Natale

Tutorial tavola di Natale

Spero che tu stia passando dei bellissimi momenti di festa insieme alle persone che ami e facendo quello che più ti piace. Ci risentiamo nel 2016, buon anno nuovo!

A presto,

Firma Giulia

2
Share
5 consigli diy per la tavola di Natale | Where Pretty Happens
, ,

-4 giorni a Natale ! Una delle cose che amo di più di questo periodo di feste è l’occasione che ci regala di organizzare pranzi e cene in compagnia. Cosa c’è di più bello che stringersi intorno a un tavolo per ridere e mangiare? Come sempre anche l’occhio vuole la sua parte, quindi è ora di iniziare a pensare a come apparecchiare la tavole delle feste. Se non ami le cose troppo elaborate o se sei in cerca di idee dell’ultimo minuto, questi semplici 5 consigli ti saranno utili.

1. Usa quello che hai.

Non hai bisogno di usare una tovaglia specifica per il Natale, anzi, più usi una base neutra più sei libera di personalizzarla in modo diverso ogni anno. Se usassi una tovaglia ricca di decori natalizi colorati, avresti ben poco spazio per aggiungere altro perché ogni elemento colorato in più renderebbe l’effetto troppo carico e un poco fine. Poi ogni anno dovresti comprare una nuova tovaglia per poter cambiare, un enorme spreco non trovi? Piuttosto che comprare 10 tovaglie con le renne in viscosa, meglio investire in una bella tovaglia nei toni neutri che potrai usare un’infinità di volte. Unica regola: scegli tovaglia e tovaglioli di ottima fattura, sono sicura che in qualche armadio hai una tovaglia di lino bianco della nonna. Infine, no ai tovaglioli di carta, ti prego.

5 consigli per la tavola di Natale
Ph. from Northern LightStyle Estate – Hvitur Lakkris

2. Apparecchia col il minimo.

Non siamo a cena a Buckingham Palace, non ha senso apparecchiare con 10 posate e 5 bicchieri. Prima di tutto, molto probabilmente la maggior parte dei tuoi ospiti si sentirebbe a disagio non sapendo che farsene. Poi, a meno che tu non abbia un tavolo da pranzo lungo 3 metri, vi ritrovereste stretti come sardine e con le posate mischiate. Due forchette e un coltello sono sufficienti, ovviamente aggiungi il cucchiaio se il menu prevede una pietanza in brodo. Se bevete solo un vino, saranno sufficienti un bicchiere da acqua e un calice da vino, se invece bevete sia vino rosso che vino bianco serviranno due calici. Apparecchia già con il piattino dell’antipasto sopra al piatto piano e porta in tavolo il primo già impiattato. Per servire la pasta si dovrebbe usare il piatto piano, ma se nel servizio non ne hai abbastanza usa senza problemi i piatti fondi. Unica accortezza: apparecchia nell’ordine corretto. Le forchette vanno alla sinistra del piatto, con quella che viene utilizzata prima più all’esterno, i coltelli a sinistra con la lama rivolta verso il piatto, il cucchiaio alla destra del coltello. Le posate da dessert si mettono orizzontalmente sopra al piatto, la forchettina con il manico verso sinistra e il cucchiaino verso destra. I bicchieri vanno messi in alto a destra del piatto, i calici alla destra del bicchiere da acqua. Il tovagliolo a me piace molto appoggiato sopra al piatto, soprattutto se usiamo un semplice servizio bianco, così che possa risaltare il portatovagliolo.

5 consigli per la tavola di Natale
Ph. from Style Me PrettyCoco KelleyThe Glitter Guide

3. Punta sulle candele.

Una giusta illuminazione già da sola fa il 50% dell’atmosfera. Luci troppo fredde e violente non aiutano i commensali a rilassarsi e a sentirsi a loro agio. Invece che accendere solo il lampadario principale, prova a creare tanti punti luce minori accendendo le lampade da appoggio che hai nella stanza e aggiungendo candele ovunque. Puoi usarle anche sulla tavola, evita però le fiamme libere troppo basse ti consiglio di usare piccoli portacandele in vetro, per evitare che qualcuno si bruci la manica passandosi la caraffa dell’acqua.

5 consigli per la tavola di Natale
Ph. from Trend LandThe Sweetest OccasionStyle Me Pretty

4. Scegli un centrotavola poco ingombrante.

Bellissime le immagini che vediamo su Pinterest e sulle riviste con centrotavola elaboratissimi che arrivano quasi fin dentro al piatto. Però non sono realistici! Vengono realizzati solo per gli shooting fotografici. Sai cosa accadrebbe se mettessi un centrotavola del genere sul tuo tavolo? Che due minuti dopo essersi accomodati, i tuoi ospiti lo sposterebbero. Perché non riuscirebbero a guardarsi in faccia o perché rametti e fiorellini gli impedirebbero di appoggiare il bicchiere ogni volta che bevono un sorso d’acqua. Scegli un centrotavola basso, semplice e che occupi poco spazio. Bastano piccoli vasetti con qualche fiore alternati a delle candele, oppure dei rami di abete a formare un festone stretto e lungo con qualche pigna e bacca. Evita anche fiori e candele troppo profumate che potrebbero alterare il sapore del cibo.

5 consigli per la tavola di Natale
Ph. from Emily WrenStyle Me PrettyJulie Blanner

5. Realizza dei portatovaglioli originali.

Con quello che trovi in giardino e un po’ di nastro o spago puoi realizzare dei bellissimi portatovaglioli che daranno alla tavola un tocco di eleganza e originalità, senza bisogno di investire in inutili centrotavola ingombranti e costosi. Un’idea deliziosa? Arrotola in tovagliolo e chiudilo con un pezzo di spago grosso dove avrai infilato una stecca di cannella, o un rametto di abete e qualche bacca, o qualche foglia di alloro, o un po’ di salvia e rosmarino… Puoi anche completare i tovaglioli con dei cartellini con i nomi degli ospiti scritti a mano, così ognuno saprà dove sedersi. Ti lascio con qualche carinissimo esempio.

5 consigli per la tavola di Natale
Ph. from Lunch & LatteSay YesSpoon Fork Bacon

 

Ti auguro un sereno e splendente Natale in compagnia delle persone che ami.

A presto!

Firma Giulia

2
Share
Tutorial DIY per personalizzare un cavas con la calligrafia | Where Pretty Happens

Da un po’ di tempo avevo in casa un canvas con la stampa di un planisfero vintage, acquistato in un momento di shopping impulsivo, che vagava da un angolo all’altro senza trovare una collocazione definitiva che mi soddisfacesse. Inizialmente l’avevo appeso in salotto su una grande parete insieme a diversi quadri, però essendo i quadri in questione tutti incorniciati mal si abbinavano a un canvas. Quindi alla fine il poveretto è stato semplicemente appoggiato a terra in un angolo del salotto e lì è rimasto abbandonato per qualche mese.

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

Poi l’illuminazione: perché non personalizzarlo con una frase per me significativa scritta in calligrafia? Lo sfondo sui toni del seppia è piuttosto neutro e funge bene come base per far risaltare una semplice scritta bianca.

Premetto che non sono assolutamente una calligrafa, sono solo una gran cocciuta con un minimo di manualità, che quando si mette in testa qualcosa fa non si dà pace fino a quando non ha portato a termine l’opera. Però mi piacerebbe davvero molto imparare a scrivere in calligrafia, magari con un corso tenuto da una vera esperta in materia, come Chiara.

Detto questo, se sai scrivere in calligrafia a mano libera, saprai già come proseguire da qui in avanti. Se invece come me sei solo all’inizio, eccoti qui qualche trucchetto per personalizzare un canvas un po’ anonimo o qualsiasi altra superficie con una scritta calligrafica.

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

Occorrente

Un canvas che ti ha stufato (il mio è di Maisons du Monde)

Font calligrafico

Una matita morbida

Un pennello a punta fine

Vernice acrilica

Procedimento

Quello che normalmente faccio è comporre la grafica che voglio realizzare con Photoshop (ma puoi usare anche Powerpoint o Paint nel caso di una semplice scritta). In questo caso ho usato il font Madina. Ho scritto la frase e poi ho aggiunto qualche svolazzo. Non è necessario essere troppo precise visto che la scritta non andrà stampata ma solo copiata.

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

Una volta raggiunto un risultato che ti soddisfa, non ti resta che tenerlo davanti come guida e ricrearlo sul canvas. Essendo una scritta molto grande io ho inizialmente realizzato la traccia usando una matita morbida (la mia blu perché la comune grigia non si sarebbe vista sui colori della mia stampa), così da poter correggere errori e imperfezioni. Se il tuo canvas è piccolo puoi anche stampare la scritta e trasferirla con la carta carbone. Se hai una mano molto ferma o la scritta è piccola puoi anche saltare questo passaggio e dipingere direttamente.

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

Una volta completata la traccia, non resta che dipingere! Con il pennello a punta fine fai la scritta definitiva, a me piace che non sia troppo precisa e che si vedano le irregolarità della vernice, aumenta il fascino del progetto “fai da te”.

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

Ho poi appeso il canvas in camera dal letto, nella parete di fronte al letto in modo che sia la prima cosa che vediamo la mattina svegliandoci. Ricordarsi che stiamo già vivendo l’avventura più importante della nostra vita è un ottimo modo per iniziare la giornata con le vibrazioni giuste. Accanto ho appeso anche tre quadretti vintage della nonna di mio marito che rappresentano le costellazioni, direi che siano perfettamente in tema!

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

DIY personalizzare un cavas con la calligrafia

A presto!

Firma Giulia

2
Share
4 idee regalo per pacchetti regalo facili e creativi
,

Natale è alle porte! Ormai manca davvero pochissimo, se hai fatto per tempo i compiti ormai avrai quasi terminato il giro di shopping per i regali. Se invece ti serve qualche idea last minute e non hai voglia di immergerti nel caos dei negozi, puoi leggere i miei 10 shop online preferiti per idee regalo chic e originali (qui, qui e qui).

Un regalo secondo me deve far felice ancora prima di essere scartato. La cura con cui l’avremo impacchettato racconterà a chi lo riceve del tempo e dell’amore che gli abbiamo dedicato. E quale regalo è più prezioso?

Ecco quindi 4 idee di gift wrapping bellissime nella loro semplicità. Potrai realizzarli con quello che hai in casa, i materiali necessari si ripetono quasi per tutti: carta da pacchi, spago, cartoncino, rametti vari rubati in giardino… Materiali semplici, poveri, riciclati. Non credo sia realistico pensare di metterci 20 minuti per ogni regalo che dobbiamo incartare, né spendere più per costosissimi nastri e carte – destinati a finire nel cestino nel tempo di un “grazie” – che per il regalo in sé!

Semplicità è bellezza. E il buon gusto non è in vendita, basta qualche buona idea e un po’ di inventiva per regali che facciano bene alla tua autostima, a chi li riceverà e al Pianeta.

SWIRL_2

La prima viene dal delizioso blog di Lucy ed è quella un pochino più complicata, la realizzazione delle ghirlande richiede un minimo di manualità, ma è meno difficile di quel che sembra! Qui trovi il tutorial passo passo.

Gift_wrapping_3
Ph. from Craftberry bush

Sempre usando la carta da pacchi, puoi realizzare questo carinissimo pacchetto a pois e stelline che viene da Cozy Cottage Cute. Per realizzare i pois puoi semplicemente intingere la gomma di una matita in un po’ di vernice bianca e poi usarla come timbro direttamente sul pacchetto già confezionato. Per le stelline, ritaglia un cartoncino (puoi disegnarle usando come guida un piccolo tagliabiscotti) e fai i buchi. Poi completa il tutto usando lo spago.

Gift_wrapping_1
Ph. from Cozy Cottage Cute

Le stelle sono le protagoniste anche di questi pacchetti facilissimi, visti da Deas Og Mia. Sempre con il tagliabiscotti, disegna e ritaglia qualche stella di cartone, che fermerai al pacco con lo spago. Puoi anche usare delle stelle più grandi e usarle come tag, scrivendoci sopra il nome del destinatario e un breve augurio.

Gift_wrapping_2
Ph. from Deas Og Mia

L’ultima idea, realizzata da Radostina, è davvero facile e deliziosa nella sua semplicità. Incarta i regali usando una carta bianca (per renderli più eleganti non usare lo scotch, ma un goccio di colla a caldo, oppure del washi tape coordinato). Ruba qualche ramo e piagna dal giardino, incollali con la colla a caldo, et voilà!

Gift_wrapping_4
Ph. from Radostina

 

Non dimenticare di completare i tuoi pacchetti con un bellissimo tag! Puoi stampare tanti templare scaricabili gratuitamente qui.

A presto!

Firma Giulia

1
Share
Lanterne di zucca
,

Se amo l’autunno è anche grazie alle zucche. Hanno un colore meraviglioso e che mette allegria e si trovano in un’infinita varietà di forme. Spesso sono così belle che mi piange il cuore buttarle via una volta svuotate. Quindi perché non riciclarle per un decoro facile ma di gran effetto per la nostra casa?

Basteranno un trapano e un po’ di buona volontà per realizzare delle bellissime lanterne di zucche intagliate. Perfette per Halloween al posto delle tradizionali zucche intagliate, ma anche semplicemente come decoro a tema autunnale!

Lanterne di zucca

Occorrente

Zucche

Trapano con punte di diverse dimensioni

Scavino

Cucchiaio

Coltello

Scotch di carta

Pennarello

Candele elettriche

Procedimento

Inizia tagliando la base della zucca con un coltello tagliente. Poi con un cucchiaio inizia ad eliminare i semi e i filamenti, pulisci il più possibile la tua zucca aiutandoti anche con uno scavino. Se la tua zucca è di quelle grosse e verdi, svuotala della polpa, che terrai da parte per le tue ricette. Se invece è di quelle più piccole arancioni, non commestibili, troverai poca polpa e potrai buttarla via.

Lanterne di zucca

Con lo scotch di carta traccia le linee lungo le quali forerai la zucca, segui la fantasia! Poi con un pennarello segna i punti dove praticherai i fori con il trapano.

Lanterne-zucca_6

Se necessario pulisci di nuovo l’interno della zucca e appoggia la candela alla sua base. Mi raccomando, usa quelle elettriche, altrimenti la zucca si abbrustolirà!

Ora non ti resta che attendere il tramonto, per illuminare la tua casa con le lanterne di zucca!

Io le ho usate sia per decorare una semplice consolle bianca che ho all’ingresso, accostando le lanterne a candele bianche di diverse altezze e qualche melograno, pigna e bacca. Ho usato delle alzate di vetro per dare alla composizione un po’ di movimento.

Dopo qualche giorno, invece, le ho disposte sui ripiani di una libreria a muro. Le trovo bellissime mentre fanno capolino tra i libri! In uno spazio chiuso i fori proietteranno un gioco di luce magico intorno alla zucca, rendendole ancora più romantiche.

Lanterne di zucca

Lanterne di zucca

Lanterne di zucca

Questa idea viene da quel pozzo infinito di ispirazioni che è Design Love Fest.

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Christmas tags
,

Siamo solo all’inizio di Novembre ma l’atmosfera natalizia è già nell’aria, almeno per me che decorerei la casa per il Natale a inizio novembre e smantellerei il tutto non prima di Pasqua! Ma come per tutte le cose belle, anche l’attesa va assaporata con il giusto spirito e nei giusti tempi, quindi mi limito a comprare tovaglie di lino rosso, a spolverare il servizio di piatti della nonna in porcellana decorata in oro zecchino, a pensare al menu del pranzo del 25 Dicembre e a compilare la lista dei regali da fare.

A proposito di regali, quanto mette di buon umore un albero di Natale illuminato, con ai piedi un mucchio di graziosi pacchetti e pacchettini? Vietate carte dozzinali e fiocchi di plastica! Per essere un elemento d’arredo vero e proprio per il nostro soggiorno, anche ai regali deve essere riservata la stessa cura che riserviamo a soprammobili, quadri, cuscini e tende.

All’inizio della stagione natalizia, scegliamo un tema e una palette di colori che vogliamo usare per i regali che confezioneremo, in linea con lo stile della stanza dove si troverà l’albero di Natale e agli altri elementi d’arredo. In un salotto dal sapore provenzale, non si adatterebbero granché pacchetti con carte dai colori sgargianti e fantasie geometriche. O in un ingresso minimal e moderno, troverebbero difficilmente il loro posto carte riciclate color avana, fantasie floreali ad ispirazione vintage e morbidi fiocchi color pastello.

La ciliegina sulla torta è il gift tag, una graziosa targhetta da applicare ad ogni pacchetto dove scriveremo il nome del destinatario e una frase di auguri. Senza acquistarne di anonime e costose, possiamo fabbricarcele in casa: è sufficiente una stampante, qualche foglio di bella carta e un paio di forbici!

Ho raccolto i template secondo me più belli trovati sulla rete, che possono essere scaricati gratuitamente in alta risoluzione. Una volta stampati, basterà ritagliarli, forarli con l’apposito perforatore da carta, legarli al fiocco che chiude il pacchetto e voilà! Anche con una semplice carta tinta unita, un filo di lana e qualche foglia o bacca raccolta in giardino, i nostri pacchetti saranno meravigliosi sia da guardare che da scartare!

SWIRL_2

Se ti piace l’acquerello, adorerai i tag che arrivano dal blog di M Stetson, disponibili in tre colori: verde, rosso e blu. Questi tag danno il loro meglio se stampati su una carta che ricordi appunto quella da acquerello, bianco latte e martellata.

Christmas tags stampabili

Christmas tags stampabili
Ph. M Stetson

Dal sapore più moderno, i tag di Creative Index, in oro e nero oppure in rosso e verde. Stampali su una carta bianca liscia per la migliore resa. Per tagliare con precisione i bordi, aiutati con un cutter e un righello.

Christmas tags stampabili
Ph. Creative Index

Forse i miei preferiti, questi tag di Kelli Murray sono perfetti per grandi e piccini. Non sono adorabili i gufetti con sciarpa e berretto?

Christmas tags stampabili
Ph. Kelli Murray

Calligrafia moderna e decori natalizi per i tag di Best Day Ever. In tantissime forme, troverai quello adatto per pacchetti mini e maxi.

Christmas tags stampabili
Ph. Best Day Ever

Infine, un set completissimo per tutti i gusti firmato Creative Index. Toni pastello e disegni divertenti, bianco su carta avana, elegante nero e oro: qual è il tuo preferito?

Christmas tags stampabili

Christmas tags stampabili

Christmas tags stampabili
Ph. Creative Index

 

A presto!

Firma Giulia

0
Share