Torta salata di spinaci

Rieccomi dopo una lunga pausa natalizia! Non che abbia fatto gradi cose, sono stata a Parigi per qualche giorno, ma tra amiche da salutare, pranzi e cene in famiglia, scambi di regali, nuovi progetti e influenze il tempo da dedicare al blog è stato davvero poco. Spero che anche tu abbia passato delle serene feste in compagnia delle persone che ami e passate a fare ciò che ami, e un inizio d’anno pieno di cose belle!

Torno però con una ricetta davvero deliziosa, una crostata salata con tantissimi spinaci e una brisée integrale super friabile e gustosa. Uno dei miei cavalli di battaglia: perfetta sia come piatto unico, accompagnata da una insalata mista, sia come antipasto per una cena più impegnativa. Piace sempre a tutti ed è anche un ottimo modo per far mangiare le verdure ai bambini!

Considerando la quantità di verdure, l’assenza di panna e la brisée integrale, tutto sommato possiamo considerarlo anche come un piatto sano adatto a chi, come me, sta cercando di porre rimedio ai bagordi natalizi. Ma senza rinunciare al gusto!

Torta salata di spinaci

Ingredienti

dosi per una tortiera di 24 cm

per la brisée:

200 g di farina integrale

90 g di burro freddo

1 pizzico di sale

2 o 3 cucchiai di acqua freddissima

per la farcia:

500 g di spinaci surgelati scongelati qualche ora a temperatura ambiente

150 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

50 g di pinoli

2 uova

1 cipolla

1 dl di latte (per me di soia)

olio evo

Preparazione

Come prima cosa prepara la brisée: nel mixer unisci la farina, il pizzico di sale e il burro freddissimo tagliato a pezzetti. Avvia il mixer fino a formare un impasto sabbioso (ci vorranno pochi secondi). Inizia ad aggiungere l’acqua fredda di frigo un cucchiaio alla volta fino a quando non si formerà la palla di pasta. Avvolgila nella pellicola e lasciala riposare in frigorifero per mezzora.

Scalda il forno a 180° statico.

Mentre la brisée riposa, prepara la farcia: in una casseruola, fai rosolare la cipolla in un filo d’olio e aggiungi gli spinaci scongelati e strizzati. Lasciali cuocere per 10 minuti con un pizzico di sale. Aggiungi il latte poco prima di spegnere il fuoco.

In un padellino ben caldo, senza nessun condimento, fai tostare qualche minuto i pinoli.

In una ciotola sbatti le uova con il Parmigiano grattugiato, quindi unisci anche gli spinaci e i pinoli mescolando bene.

Tira la brisée e rivesti una teglia, bucherella il fondo con una forchetta e versaci la farcia. Cuoci in forno per 40 minuti fino a quando la crosta non sarà ben dorata.

Note

  • Per una versione più ricca, sostiuisci il latte con la panna fresca, e una parte del Parmigiano con pecorino.
  • Per una versione più leggera, invece, puoi preparare la brisée con l’olio evo invece che con il burro.

Torta salata di spinaciTorta salata di spinaci

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit

Alzi la mano chi non si trova ogni tanto con il frigorifero pieno di verdure e zero idee nuove per cucinarle. O chi non ha commensali che le verdure proprio non le amano…

In questi casi, una tatin salata di verdure è la soluzione perfetta. Questa l’ho fatta con tantissime melanzane, addolcite dai pomodorini caramellati e insaporite dalla frutta secca. La base è una brisée senza uova e nella farcia ci sono solo verdure cotte con un filo d’olio, senza uova, panna o formaggi.

Un’idea gustosa e originale, ma anche sana, per portare in tavola tante verdure. Ti lascio la ricetta:

Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit

Ingredienti

dosi per una tortiera da 23 cm

per la pasta briséè:

200 g di farina 00

90 g di burro freddo

1 pizzico di sale

2 o 3 cucchiai di acqua freddissima

per la farcia:

2 melanzane medie

2 manciate di pomodorini

1 scalogno

30 g di pinoli

30 g di pistacchi sgusciati

20 g di uvetta

1 cucchiaio di zucchero

origano q.b.

sale e pepe q.b.

olio evo

Preparazione

Inizia facendo la pasta brisée: metti nel mixer la farina, il pizzico di sale e il burro freddo tagliato a cubetti. Avvia il mixer per qualche secondo, otterrai un composto sabbioso. A questo punto aggiungi poca alla volta l’acqua freddissima, mescolando fino ad ottenere un impasto omogeneo. Non lavorarlo più del necessario, il segreto di una pasta brisée – così come della sua cugina dolce, la pasta frolla – è non scaldare il burro. Avvolgi la palla nella pellicola e lascia riposare in frigo almeno mezzora.

Mentre la brisée riposa, prepara la farcia iniziando dai pomodorini confit: tagliali a metà e disponili in una teglia con il lato aperto verso l’alto. Condiscili con lo zucchero, un pizzico di sale, il pepe e l’origano. Lasciali cuocere in forno statico a 160° per un’oretta.

Nel frattempo, affetta le melanzane a cubetti piuttosto piccoli e cuocile in padella insieme allo scalogo tritato e un po’ d’olio e sale. Se le melanzane che compri di solito sono un po’ amare, lasciale prima in uno scolapiatti, tagliate a fette, con una manciata di sale grosso. Basterà qualche ora perché perdano l’acqua in eccesso e il gusto amarognolo.

Tosta i pinoli e i pistacchi in una padella antiaderente senza nessun condimento. Attenzione a non bruciarli, basteranno pochi secondi! Ammolla l’uvetta in acqua tiepida per qualche minuto e poi strizzala. Mescola la frutta secca alle melanzane.

Ora componi la tua tatin: sul fondo di una pirofila rivestita di carta da forno, disponi i pomodorini confit con il lato aperto verso l’alto. Sopra versa le melanzane e livella bene. Stendi la pasta brisée e copri la farcia, rimboccando i bordi sotto di essa.

Bucherella la superficie e cuoci in forno statico a 180° per circa 30 minuti, la brisée dovrà risultare dorata e croccante. Lascia intiepidire la tatin prima di rivoltarla sul piatto da portata.

Note

  • Questa tarte tatin salata è ottima anche solo con le melanzane, o solo con i pomodorini confit, o con qualsiasi verdura tu abbia a disposizione.
  • Una versione più estiva che amo molto è con le melanzane, i pomodorini, la mozzarella e tantissimo basilico.

Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit
Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Mint Garden Cafè Milano

C’era una volta a Milano un negozio di fiori, poco fuori dal caos di corso Buenos Aires. Poi è arrivato un piccolo bistrot dall’atmosfera bucolica e informale, dove fare colazione o l’aperitivo tra cactus, orchidee, rose e un’incredibile varietà di fiori bellissimi.

Il Mint Garden Cafè è in via Casati 12, zona a Porta Venezia. Aperto dalla mattina alla sera, dalla colazione alla cena, con un menu curato e ben selezionato. Se sei di Milano o hai in programma di passarci, una pausa rigenerante in questo angolo verde te la consiglio davvero! Nel frattempo, ti lascio qualche foto.

Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano
Mint Garden Cafè Milano

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta strudel di spinaci

L’autunno è arrivato, e se da un lato le giornate che si accorciano mi mettono un po’ di malinconia, dall’altro posso riaccendere finalmente il forno senza timore di trasformare la cucina in un hammam. E io ovviamente ne approfitto subito, perché le mie ricette preferite sono proprio quelle da forno. Morbide dentro e croccanti fuori, sono una estimatrice della “crostina perfetta”.

Oggi ti propongo questo strudel di spinaci. Tanti spinaci! Ma in una forma godereccia che li farà apprezzare anche a chi le verdure non le vuole mai. E poi, come in uno strudel che si rispetti, la frutta secca, quel saporino che non ti aspetti. Facile e veloce con la pasta sfoglia già pronta, una perfetta ricetta salva cena!Ricetta strudel di spinaci

Ingredienti

Un rotolo di pasta sfoglia

700 grammi di spinaci surgelati

100 grammi di Parmigiano Reggiano grattuggiato

50 grammi di uvetta passa

50 grammi di pinoli

2 uova

1 cipolla

Mezzo bicchiere di latte o panna (per me panna di soia)

olio evo q.b.

Preparazione

Preriscalda il forno statico a 200 gradi.

Trita finemente la cipolla e falla appassire in una casseruola con un po’ di olio. Aggiungi gli spinaci lasciati scongelare a temperatura ambiente e lasciali stufare coperti a fiamma bassa, aggiungendo un cucchiaio d’acqua durante la cottura che noti che si stanno attaccando.

Lasciali raffreddare e uniscili nel mixer insieme a al formaggio, le uova e il latte. Frulla per qualche secondo e aggiungi anche l’uvetta passa, che avrai fatto riprendere in un po’ di acqua tiepida e poi strizzata, e i pinoli.

Stendi il rotolo di pasta sfoglia e versa il composto al centro, lasciando i margini vuoti. Chiudi i due lembi più lunghi a portafoglio, facendoli combaciare al centro dello strudel. Per facilitare la chiusura, bagna con un po’ di latte i lembi prima di chiuderli.

Cuoci in forno per circa 30-40 minuti. Per evitare che lo strudel si apra in cottura, puoi posizionarlo dentro uno stampo da plumcake.

Note

  • Come tutte le torte salate, trovo che questo strudel sia più buono non troppo caldo, ma tiepido o addirittura a temperatura ambiente il giorno dopo!
  • È perfetto sia come piatto unico, accompagnato da una insalata ricca, oppure servito a fettine come antipasto o aperitivo.

Ricetta strudel di spinaci

Ricetta strudel di spinaci

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta involtini di melanzane

Non so se si è capito, ma le melanzane mi piacciono moltissimo. Penso che questa sia la terza ricetta a base di melanzane che pubblico quest’estate! Eh sì, quando mi prende una fissa per un po’ divento monotematica…

Ma d’altronde, è ancora estate, le melanzane crescono saporite e in abbondanza, si ha voglia di piatti spensierati… Quando ho visto questa ricetta su uno dei miei libri di cucina preferiti – Quello che piace a Irene – ho voluto subito provarla. Scommetto che piacerà anche a te!

Eccoti la ricetta di questi involtini di melanzane con scamorza affumicata e pomodori secchi. Sono perfetti sia come antipasto o aperitivo che come piatto unico. Sono così saporiti che sembra incredibile che servano solo 3 ingredienti. Però mi raccomando, di ottima qualità!

Ricetta involtini di melanzane

Ingredienti

dosi per circa 10 involtini

2 melanzane medie

200 grammi di scamorza affumicata

10 pomodori secchi

Preparazione

Taglia le melanzane lavate e asciugate a fette di circa mezzo centimetro. Lasciale spurgare per una mezzoretta con un po’ di sale grosso in uno scolapiatti.

Togli il sale in eccesso e grigliale con poco olio sulla piastra.

Preriscalda il forno a 180 gradi.

Disponi su ogni fetta di melanzana una fettina di scamorza e un pomodoro secco. Arrotolala e ferma l’involtino con un rametto di rosmarino.

Passa in forno per 10 minuti, giusto il tempo di far sciogliere la scamorza.

Note

  • Io li ho preparati in anticipo e passati nel forno poco prima di servirli, ottimi!
  • Ovviamente per fermare gli involtini va bene anche un semplice stuzzicante, ma il rosmarino gli regala un aroma delizioso in più (ed è più carino!).

Ricetta involtini di melanzane

A presto!

Firma Giulia

 

1
Share
Ricetta pesti estivi per i crostini

Insieme a quella per le melanzane, ultimamente ho la fissa per la frutta secca. Sarà stata la vacanza salentina, dove l’ho mangiata spesso come ingrediente di piatti buonissimi, ma quasi ogni volta che cucino alla fine non resisto e aggiungo delle mandorle a lamelle, un po’ di granella di pistacchi, delle noci tritate…

Poi c’è la mia passione per i pesti. Spalmare un crostino con un pesto profumato. Quale passatempo migliore, durante un barbecue all’aperto, tra una chiacchiera e un sorso di birra gelata, aspettando che la carne cuocia?

Ecco, quindi capirai bene che quando nel mio amato libro “Quello che piace a Irene” ho trovato questi pesti, mi sono brillati gli occhi. E brontolato lo stomaco. Sono facilissimi ma allo stesso tempo insoliti. Divertiti a far indovinare ai tuoi commensali gli ingredienti. Scommettiamo che non sarà così facile?

Ricetta pesti estivi per i crostini

Ingredienti

per il pesto di pecorino, mandorle e prezzemolo

100 grammi di mandorle pelate

50 grammi di prezzemolo

150 grammi di pecorino

olio evo q.b.

per il pesto di pomodorini secchi, noci e basilico

160 grammi di pomodori secchi

100 grammi di noci sgusciate

un mazzetto di basilico

olio evo q.b.

Preparazione

Nel mixer (o nel mortaio se hai più pazienza di me), mescola tutti gli ingredienti aggiungendo olio fino ad ottenere la consistenza cremosa di un pesto.

Non c’è bisogno di sale perché sia il pecorino che i pomodori secchi sono abbastanza salati.

Note

  • Servili in vasetti o ciotoline accompagnati da fettine di pane abbrustolito, crackers, crostini o qualsiasi supporto adatto allo spalmatura. Io ho usato delle mini friselline acquistate in Salento, buonissime!
  • Conserva il pesto avanzato in un vasetto di vetro coperto di olio.
  • Io ne avevo fatto tanto e l’ho congelato. Lasciato scongelare a temperatura ambiente torna come appena fatto!
  • Non li ho ancora provati con la pasta, ma sono certa siano buonissimi.

Ricetta pesti estivi per i crostiniRicetta pesti estivi per i crostini

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta plumcake alle melanzane

Ah, quanto mi piacciono i plumcake salati… Velocissimi da fare e perfetti svuotafrigo, vengono buoni qualsiasi cosa ci si metta dentro e mi fanno fare sempre bella figura quando ho ospiti a cena. Ottimo da servire come aperitivo, puoi anche creare delle monoporzioni usando gli stampini da muffin. Oppure come piatto unico, magari portandolo in ufficio. O ancora come base super sfiziosa per panini gourmet: provalo tagliato a fette e farcito con un buon formaggio semi stagionato.

Questo con le melanzane e i pomodorini secchi è un inno all’estate. Grazie alla purea di melanzane nell’impasto, diventa morbidissimo. Ottima idea anche per far mangiare la verdura a chi non la ama… Eccoti la ricetta semplicissima.

Ricetta plumcake alle melanzane

Ingredienti

dosi per uno stampo da plumcake di 25 cm

200 g di farina 00

1 bustina di lievito istantaneo per torte salate (16 g)

2 uova

100 ml di latte (per me di soia)

70 ml di olio di semi (per me di girasole)

2/3 melanzane medie (500 g)

100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

Sale e pepe q.b.

Preparazione

Preriscalda il forno statico a 180 gradi.

Lava le melanzane senza togliere il picciolo. Asciugale e bucherellale con una forchetta. Cuocile intere nel microonde alla massima potenza per 5/10 minuti (il tempo dipende dalla potenza del tuo microonde). Capisci che sono cotte quando la forchetta affonda bene e la superficie ha cambiato colore.

Tagliale a metà e con un cucchiaio scava tutta la polpa. Lascia da parte le bucce. Frulla la polpa nel mixer per ottenere una purea.

Trita grossolanamente i pomodorini secchi. Se usi quelli sott’olio, prima sgocciolali. Se usi invece quelli secchi, falli prima rinvenire in un po’ d’acqua tiepida e strizzali.

Prepara ora l’impasto del plumcake: sbatti le uova, aggiungi la farina, il lievito, il latte, il formaggio, i pezzetti di pomodori secchi e la purea di melanzane. Regola di sale e di pepe e versa nello stampo da plumcake imburrato e infarinato.

Cuoci in forno statico per circa 45 minuti, fai la prova dello stecchino prima di sfornarlo.

Puoi usare le bucce delle melanzane per decorare il tuo plumcake: ricavane tante striscioline sottili e friggile in olio bollente. Otterrai delle chips croccantissime.

Note

  • Per renderlo ancora più saporito puoi usare 50 g di Parmigiano Reggiano e 50 di pecorino.
  • Come tutti i plumcake, è più buono tiepido e il giorno dopo, se riuscirai a resistere…
  • Se non hai il microonde, cuoci le melanzane intere in forno a 220 gradi avvolte nella stagnola.
  • Prova anche la versione invernale: plumcake salato alla zucca, amaretti e pancetta.

Ricetta plumcake alle melanzane

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta polpette alle melanzane

Uno dei regali dell’estate che apprezzo di più è l’enorme varietà di frutta e verdura. Per me che sono crescita con i frutti della campana del nonno, fare la spesa al supermercato è un supplizio. Tutto è acerbo, tutto ha lo stesso sapore, la frutta raccolta troppo presto invece che maturare appassisce senza guadagnare in dolcezza. Con i primi caldi è tutta un’altra storia, lungo le strade di campagna iniziano a comparire i banchetti dei contadini che vendono il raccolto del giorno, e il vicino di tanto in tanto ci regala i frutti del suo generoso orto.

Complice questo gran caldo, mangiare tanta frutta e verdura è un piacere, ma cerco sempre di trovare modi sfiziosi per cucinarla, come queste polpette di melanzane e basilico. Una tira l’altra, sono buonissime anche fredde, e se avete amici o compagni appassionati di calcio, sono un finger food perfetto da mangiare davanti alle partite degli Europei.

Ricetta polpette alle melanzane

Ingredienti

dosi per circa 20 polpettine

500 grammi di melanzane (circa 2 melanzane intere grosse)

100 grammi di pangrattato

100 grammi di Parmigiano Reggiano grattuggiato

1 uovo

1 bel ciuffo di basilico

Sale e pepe q.b.

Preparazione

  • Lava le melanzane e lasciale intere. Bucherellale con una forchetta e cuocile nel microonde alla massima potenza per circa 10 minuti. Controllale a metà cottura, i tempi dipendo dal microonde e dalla grandezza delle melanzane. Sono cotte quando sono esternamente rugose e internamente morbide.
  • Tagliale a metà per la lunghezza e con un cucchiaio scava tutta la polpa.
  • Frulla nel mixer la polpa di melanzane, il pangrattato, il Parmigiano, l’uovo, il sale e il pepe. Se il composto è troppo liquido, aggiungi nella stessa quantità altro pangrattato e Parmigiano, fino ad avere un impasto umido e morbido ma che si possa lavorare nelle mani.
  • Aggiungi le foglie di basilico spezzettate con le mani.
  • Forma delle polpettine e rotolale in alto pangrattato.
  • Friggile in padella in un dito di olio di arachidi rigirandole a metà cottura, oppure cuocile in forno fino a quando non saranno dorate.

Note

  • Sono ottime anche a temperatura ambiente, anzi forse le preferisco!
  • Si conservano in frigo per qualche giorno. Tirale fuori qualche ora prima di mangiarle in modo da farle tornare a temperatura ambiente.
  • Sono un piatto molto versatile: puoi servirle come piatto unico, accompagnate da un’insalata fresca, oppure come stuzzichino per un brunch, un aperitivo, un pic nic…

Ricetta polpette alle melanzane Ricetta polpette alle melanzane

A presto!

Firma Giulia

 

1
Share
Ricetta flan di spinaci con crema al Parmigiano | Where Pretty Happens

Questa ricetta mi è venuta in mente ieri, in risposta a una delle situazioni più comuni nei weekend: cosa mangiare, quando si fa colazione tardi, o una merenda abbondante? Avevamo voglia di un pasto leggero ma allo stesso tempo sfizioso (d’altronde, è pur sempre domenica!).

I flan, ma in generale tutto ciò che abbia la forma di sformatino, sono la mia soluzione a questo ed altri mille impasse. Pranzo o cena della serie “giusto per mangiare qualcosa”? Flan! Brunch? Flan! Antipasto? Flan! Secondo me possono fungere anche da contorno a carni non troppo saporite, tipo il pollo.

Questo l’ho fatto con gli spinaci, ma potete aggiungere alla base di uova e latte qualsiasi verdura ridotta in purea. Ecco la ricetta.

Ricetta flan di spinaci e crema al Parmigiano | Where Pretty Happens

Ingredienti

dosi per circa 6 flan

per i flan:

Mezza cipolla bianca

500 grammi di spinaci surgelati

2 uova intere

2 albumi

100 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato

1 cucchiaio di latte (o di panna)

olio evo

sale

noce moscata

per la salsa:

250 ml di latte

15 grammi di burro

25 grammi di farina 00

100 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato

sale

noce moscata

Preparazione

Riscalda il forno statico a 170°.

Trita finemente la cipolla e falla dorare in olio evo in una casseruola per qualche minuto. Aggiungi gli spinaci scongelati (ricordati di tirarli fuori dal freezer qualche ora prima) e lasciali appassire a fuoco basso con un pizzico di sale per circa 10 minuti.

Una volta cotti, versali nel frullatore insieme alle uova, agli albumi, al Parmigiano Reggiano grattugiato, al latte, sale e noce moscata. Devi ottenere una purea uniforme e non troppo liquida.

Versa a cucchiaiate il composto negli stampini (precedentemente imburrati se usi quelli in alluminio o acciaio).

Prendi una teglia da torta abbastanza grande da contenere tutti gli stampini e rivestila di carta da forno. Appoggia sulla carta gli stampini e riempi la teglia con acqua fino a circa la metà dell’altezza degli stampini. I flan vanno cotti in forno a bagnomaria, la carta da forno serve per non far bollire l’acqua durante la cottura.

Metti la teglia in forno e cuoci per circa mezzora. Prima di sfornare fai la prova dello stecchino, che dovrà uscire asciutto. I flan comunque rimarranno piuttosto umidi, quindi non preoccuparti se ti sembreranno non troppo duri.

Mentre i flan cuociono, prepara la salsa che altro non è che una besciamella al Parmigiano.

In un pentolino, metti a scaldare il latte (oppure scaldalo nel microonde), in un altro pentolino sciogli il burro. Quando il burro è appena dorato, aggiungi la farina setacciata e mescola con una frusta. Poi aggiungi il latte caldo e continua a mescolare fino a quando la salsa non si sarà addensata. Aggiusta di sale e noce moscata. Togli dal fuoco e aggiungi il Parmigiano, continua a mescolare finché non si sarà sciolto.

Una volta cotti i flan, lasciali intiepidire e sformali con l’aiuto di un coltello bagnato. Accompagnali con la salsa (che puoi scalare qualche secondo al microonde) e i pinoli tostati qualche minuti in un padellino antiaderente senza nessun condimento.

Note

  • Puoi servire la salsa in una cocotte, leggermente spolverizzata di noce moscata, così che ognuno possa aggiungerne a piacimento al proprio flan.
  • Puoi fare la salsa usando anche il latte di soia, ovviamente il sapore sarà leggermente diverso ma comunque delizioso. Io ho provato in entrambi i modi. Le dosi sono le stesse.
  • I flan e la salsa si conservano in frigo per qualche giorno. La salsa raffreddandosi si solidificherà molto, ma basterà scaldare flan e salsa 1 minuto e mezzo in microonde per farli tornare all’originario splendore.

Ricetta flan di spinaci con crema al Parmigiano | Where Pretty Happens

A presto!

Firma Giulia

2
Share
Ricetta chips di zucca croccanti gratinate al forno | Where Pretty Happens

Non so se capita solo a me, ma la portata che mi mette più in difficoltà, quando progetto un menu per una grande occasione o semplicemente per quando ho voglia di qualcosa di più particolare, è il contorno. Cosa accompagnare ai secondi che non siano le classiche patate? Soprattutto quando c’è anche un primo, credo che le patate siano davvero troppo impegnative, riempiono molto e difficilmente arriveremo a mangiare tutto fino al dessert. Sono quindi sempre alla ricerca di contorni originali e sfiziosi, questa viene dal ricettario della mia mamma. Ecco a te la prima idea per rendere divertente anche il contorno!

Le chips di zucca sono buonissime, una tira l’altra, infatti sono perfette anche come aperitivo. Poi si fanno in 5 minuti e, scegliendo la zucca giusta, possiamo evitare di togliere la buccia! Io uso la butternut (quella lunga, per intenderci) perché ha la buccia più sottile delle altre e da cotta diventa morbida. Poi essendo allungata permette di avete delle fette tonde e regolari.

Ricetta chips di zucca croccanti gratinate al forno | Where Pretty Happens

Ingredienti

Una zucca butternut (meglio se biologica)

5 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

Olio evo

Sale

Noce moscata

Rosmarino (facoltativo)

Preparazione

Scalda il forno statico a 180 gradi.

Lava bene la zucca e affettala. Scegli tu lo spessore delle fette: con fette spesse mezzo centimetro avrai delle vere e proprie chips croccantissime, con fette di 1 centimetro avrai delle fette gratinate croccanti sopra e morbide all’interno. A me piacciono entrambe e solitamente ne faccio metà in un modo e metà nell’altro.

Disponi le fette in una teglia e condiscile con sale, noce moscata, olio, Parmigiano Grattugiato e rosmarino triturato.

Cuoci in forno finché non saranno dorate, i tempi dipendono dallo spessore delle fette, ci vorranno circa 20 minuti.

Note

  • Le chips di zucca sono buonissime sia calde appena sfornate che il giorno dopo a temperature ambiente o appena intiepidite. Non usare il microonde per scaldarle perché perderebbero la loro croccantezza.
  • Ovviamente una volta raggiunto il cuore della zucca non potrai continuare ad avere fette tonde. Pulisci la zucca dai semi e filamenti e taglia ogni fetta in due per avere delle mezzelune.

Ricetta chips di zucca croccanti gratinate al forno | Where Pretty Happens Ricetta chips di zucca croccanti gratinate al forno | Where Pretty Happens

A presto!

Firma Giulia

3
Share