Muffin ai mirtilli

La ricetta di questi muffin viene dagli Stati Uniti, dritta dritta dalla piccola cucina sul lago della mia amica Lucie. Me la immagino, a guardare fuori dalla finestra, con in mano un cucchiaio di legno che mescola i muffin. La sua è una cucina semplice, materna e familiare, una coccola. Oggi la chiamiamo “comfort food”.

Ho pensato che non ci sia niente di meglio di questa coccola per iniziare la mattina di San Valentino. Puoi prepararli il giorno prima, e sorprendere il tuo amore portandogli la colazione a letto.

Sofficissimi e buoni, si fanno in 5 minuti senza bisogno di mixer o planetarie, basteranno due ciotole e un cucchiaio di legno. Anzi, meno si mescola l’impasto, meglio è!

Muffin ai mirtilli

Ingredienti

dosi per 12 muffin

225 g di farina 00

170 g di zucchero

un pizzico di sale

mezza bustina di lievito per dolci (8 g)

75 g di olio di semi (per me di girasole)

1 uovo

80 ml di latte (per me di soia)

125 g di mirtilli

Preparazione

Scalda il forno statico a 170°.

In una ciotola mescola gli ingredienti secchi: la farina, la zucchero, il lievito e il pizzico di sale. In un’altra fai lo stesso con quelli liquidi: l’uovo sbattuto, l’olio e il latte. Unisci gli ingredienti secchi a quelli liquidi e mescola velocemente. Il segreto per ottenere dei muffin leggeri e morbidi è quello di non mescolare il composto più del necessario: appena vedi che gli ingredienti sono ben amalgamati, fermati.

Aggiungi i mirtilli lavati e asciugati, mescola nuovamente e versa il composto nello stampo da muffin imburrato e infarinato, oppure nei pirottini di carta.

Cuoci in forno per 20/30 minuti, prima di sfornare fai la prova dello stecchino.

Note

  • Puoi sostituire i mirtilli con lamponi, gocce di cioccolato, mela a pezzetti o quello che ti suggerisce la fantasia!
  • Si conservano sotto una campana di vetro per qualche giorno.

Muffin ai mirtilli

Muffin ai mirtilli

Muffin ai mirtilli

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta crumble di mele

A volte ho voglia di una coccola, un dolce delicato e confortevole, ma tutto ciò che ho in dispensa sono zucchero, farina e burro. Perfetto. Basta questo e un po’ di frutta per fare il crumble e profumare tutta la casa di inverno: mele e cannella, ricoperte da uno strato croccante che si scioglie in bocca.

Ti lascio la mia ricetta per il crumble di mele, ci vogliono 10 minuti per farlo e altrettanti per spazzolarlo a cucchiaiate.

Ricetta crumble di mele

Ingredienti

dosi per uno stampo di 22 cm

per la farcia:

1 kg di mele renette

50 g di zucchero di canna

1 cucchiaino di cannella

1/2 limone

20 g di burro

per il crumble:

130 g di farina

60 g di fiocchi di avena

100 g di burro

100 g di zucchero di canna

un pizzico di sale

Preparazione

Scalda il forno ventilato a 170°.

Sbuccia e tagliate le mele a cubetti, trasferiscile sul fuoco in una casseruola insieme allo zucchero, al burro, al succo del limone e alla cannella. Mescola e lascia cuocere a fiamma media per circa 5 minuti.

Per fare il crumble, taglia il burro freddo di frigo a pezzetti e usando velocemente la punta delle dita mescolalo alla farina, allo zucchero, all’avena e al sale fino a ottenere delle grosse briciole.

Versa in uno stampo imburrato e infarinato le mele, livellale e coprile con uno strato uniforme di crumble.

Cuoci in forno fino a quando la superficie non sarà bella dorata, ci vorrà circa una mezzoretta.

Note

  • Servi il crumble tiepido accompagnato con una pallina di gelato alla vaniglia, una delizia!
  • Puoi fare il crumble con la frutta che preferisci, anche con le pesche sciroppate. In questo caso non c’è bisogno di cuocerle prima sul fuoco.
  • Invece che usare un’unica terrina, puoi fare delle mono porzioni con delle cocotte.

Ricetta crumble di meleRicetta crumble di mele

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta torta di carote e mandorle

Con il freddo che diventa sempre più pungente la mia golosità cresce. Hai presente quella voglia di dolce che ti prende all’improvviso? Non la mattina, non dopo pasto, ma la sera, circa un’oretta dopo cena, quando si è già accoccolati sul divano, con un plaid morbido e un gatto caldo sulla pancia. Ecco che allora arriva il momento di una coccola, un dolcino per chiudere in bellezza un’altra giornata.

La torta di carote e mandorle a dir la verità è ottima un po’ per ogni occasione: a colazione, nutriente ma allo stesso tempo leggera, è perfetta per partire con l’energia giusta; come accompagnamento del tè delle cinque, umida e compatta, è buonissima inzuppata; come coccola della buona notte, non appesantisce ma è sfiziosissima.

Ricetta torta di carote e mandorle

Ingredienti

dosi per due piccoli stampi da plumcake o uno stampo da torta di 22 cm di diametro

200 g di farina 00

100 g di farina di mandorle (o di mandorle intere)

mezza bustina di lievito per dolci

2 uova

200 g di zucchero

250 g di carote

60 ml di olio di semi (per me di girasole)

80 ml di succo ACE

1 pizzico di sale

Preparazione

Scalda il forno statico a 180 gradi.

Se non ha la farina di mandorle, frulla le mandorle nel mixer con un cucchiaio di zucchero preso dai 200 g totali fino a ottenere una farina. A me piace che non sia troppo fine perché amo la croccantezza che lasciano i pezzettini di mandorle.

Sempre nel mixer frulla anche le carote pulite e tagliate a pezzettini, aggiungi l’olio e il succo e frulla fino a ottenere una crema.

In una ciotola monta lo zucchero con le uova fino a farle diventare spumose, ci vorranno circa 5 minuti. Aggiungi la farina 00, la farina di mandorle, il lievito, il pizzico di sale e mescola.

Ora aggiungi anche il composto di carote e amalgama il tutto.

Versa nella teglia imburrata e infarinata e cuoci per circa 40 minuti. Prima di sfornare fai la prova stecchino.

Note

  • Se non hai il succo ACE, va bene anche l’acqua a temperatura ambiente.
  • Invece che nello stampo da torta, puoi usare tanti piccoli stampini. Otterrai dei dolcetti mono porzioni, perfetti anche come merenda per i bambini a scuola.

Ricetta torta di carote e mandorle Ricetta torta di carote e mandorle

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta crostata di pesche

Alzi la mano chi d’inverno non risente della scarsa varietà della frutta di stagione!

La crostata di pesche è la soluzione perfetta per quando si ha voglia di un dolce alla frutta ma non ne possiamo più delle solite mele. Questa infatti è la sua versione invernale, dove uso le pesche sciroppate invece di quelle fresche. è buonissima, sopra uno strato fitto fitto di frutta che si caramella, sotto uno strato di pasta magica.

Io la chiamo magica perché non è né una frolla né la base classica delle torte. È velocissima da fare e si sporca solo una ciotola. Senza lievito, resta bella compatta ma allo stesso tempo morbida: non è croccante come la classica pasta frolla ma non necessita di una crema sopra. Perfetta come base per la frutta, non ti resta che provarla!

Ricetta crostata di pesche

Ingredienti

dosi per una teglia di 23 cm

100 grammi di burro a temperatura ambiente

130 grammi di zucchero + 30 da spolverizzare

3 uova intere

1 cucchiaino di vanillina

220 grammi di farina

8 metà pesche sciroppate (oppure 4 pesche fresche intere)

Preparazione

Riscalda il forno statico a 170 gradi.

Monta nella planetaria o con le fruste elettriche il burro e lo zucchero per qualche minuto, devi ottenere una crema soffice. Aggiungi le tre uova, una alla volta, continuando a mescolare. Aspetta che un uovo sia stato completamente inglobato nell’impasto prima di aggiungere il successivo. Ora aggiungi la vanillina e la farina. Mescola bene.

Versa in una teglia imburrata e infarinata il composto e livellalo con un cucchiaio. Otterrai un impasto né liquido né solido, se fosse quello da biscotti sarebbe troppo appiccicoso, se fosse quello da torta classica sarebbe troppo solido. Per questa crostata invece è la consistenza perfetta!

Copri l’impasto con le pesche tagliate a spicchi.

Cuoci in forno statico a 170 gradi per 30 minuti o fino a quando non sarà dorata. Ora estrai la crostata, spolverizza le pesche con circa 30 grammi di zucchero e rimettila in forno a caramellare sotto al grill per qualche minuto. Attenta al grill, un attimo prima e nulla si è mosso, un attimo dopo e tutto è bruciato!

Note

  • Io l’ho chiamata “invernale” perché l’ho fatta con le pesche sciroppate, in mancanza di quelle fresche. Inutile dire che è deliziosa anche con le pesche fresche di stagione!
  • Provala anche con altra frutta: fragole, uva, mele, pere (in quest’ultimo caso, tra l’impasto e le pere metti qualche goccia di cioccolato…).
  • Se usi la frutta fresca, invece di quella sciroppata già molto dolce di suo, aumenta di 30 grammi la dose di zucchero dell’impasto.

Ricetta crostata di pesche
Ricetta crostata di pesche

A presto!

Firma Giulia

1
Share
Clafoutis alle ciliegie

Adoro l’estate, è la mia stagione preferita. Specialmente quel periodo magico a cavallo tra la primavera e l’estate, quando le giornate sono lunghissime, il sole scalda senza bruciare, la frutta dà il meglio di sé. A inizio estate la prima scorpacciata di ciliegie, rigorosamente comprate sulle bancarelle dei contadini dietro casa dei miei genitori, è quasi un rito. I duroni, quelli grossi, sodi e succosi, mangiati a due a due che sono ancora più buoni. Ecco il sapore della mia estate.

Difficilmente però riesco a usarli per cucinare, sono troppo golosi per durare il tempo di una ricetta. È solo in questo periodo, verso metà estate, quando ormai non è più stagione e restano solo le varietà meno buone, che mi decido a farne una torta.

Il clafoutis di ciliegie è un dolce francese un po’ insolito: senza lievito, resta umido e compatto, una specie di crema cotta che si scioglie in bocca. Sembra quasi una crêpe molto spessa. Poco diffuso qui da noi, è un dolce furbissimo. Si fa in pochissimo tempo sporcando solo una ciotola e la sua consistenza originale sorprenderà piacevolmente i tuoi ospiti. Se ti serve un dolce dell’ultimo minuto e vuoi proporre qualcosa di insolito, il clafoutis fa per te!

Clafoutis alle ciliegie

Ingredienti

dosi per una tortiera di 23 cm di diametro

450 g di ciliegie

70 g di farina 00

65 g di zucchero

un pizzico di sale

3 cucchiai e mezzo di burro sciolto

1 baccello di vaniglia

200 ml di latte

4 uova

zucchero a velo q.b.

Preparazione

Preriscalda il forno a 200°.

Togli il nocciolo dalle ciliegie e disponile nella tortiera imburrata e infarinata.

In una ciotola mescola la farina, lo zucchero, il sale e i semi ricavati dalla stecca di vaniglia. Aggiungi poi il latte, le uova – una alla volta – e il burro fuso. Lavora il composto con una frusta fino a quando non ottieni una pastella abbastanza liquida e uniforme. Versa poi il composto sopra le ciliegie.

Cuoci in forno a 200° per 14 minuti, poi abbassa a 180° e continua a cuocere per altri 30 minuti circa. Vedrai che il clafoutis si gonfierà e diventerà color caramello. Sforna e lascia raffreddare per almeno un’ora. Solo un attimo prima di servirlo spolveralo di zucchero a velo.

Note

  • La ricetta originale, che io ho tratto da “La mia cucina in Campagna” di Mimi Thorrison, uno dei miei libri di cucina preferiti, prevede di lasciare le ciliegie con i noccioli. Io però ho preferito toglierli.
  • Il clafoutis si può fare con qualsiasi frutto: fragole, susine, pesche, albicocche… Un’ottima soluzione per consumare della frutta troppo matura che non mangeremmo più.
  • Scegli un latte vegetale e il burro chiarificato o la margarina per la versione senza lattosio.

Clafoutis alle ciliegie

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta originale baci di dama

Qualche weekend fa ho passato un paio di giorni a Torino, città davvero splendida che conoscevo imperdonabilmente poco. Su Instagram ho pubblicato alcuni scatti degli angoli che mi hanno rubato il cuore, saranno stati la luce timida ma calda di metà aprile, i palazzi eleganti, le piazze infinite, i ponti sul fiume, i localini dal gusto retro con vetrine piene di prelibatezze, ma Torino mi ha ricordato tantissimo la romantica e maestosa Parigi.

Durante il nostro weekend abbiamo soggiornato in un B&B poco fuori città, a casa di una dolcissima signora che mi ha regalato la ricetta di questi biscotti buonissimi: due frolle alla mandorla chiuse in un bacio di cioccolato fondente. Ovviamente, come ogni ricetta tradizionale, ogni famiglia ha la sua, che decanta essere l’unica e originale. Ma questa oltre che essere deliziosa è di sicura riuscita se seguirai questi trucchetti segreti!

Ricetta originale baci di dama

Ingredienti

dosi per circa 50 Baci di Dama

240 grammi di farina 00

200 grammi di nocciole

200 grammi di zucchero

1/2 uovo intero + 1 tuorlo

200 grammi di burro

1 pizzico di sale

100 grammi di cioccolato fondente

Preparazione

Io per comodità uso le nocciole già pelate, ti consiglio di fare lo stesso. Per ridurle in farina, le metto nel frullatore con un cucchiaio di zucchero tolto dal totale e lo faccio andare alla massima potenza il minor tempo possibile. Appena vedi che si sono ridotte in farina, spegni il mixer altrimenti rischiano di scaldarsi e rilasciare l’olio.

Nella planetaria o in una ciotola, aggiungi alla farina di nocciole la farina 00, lo zucchero, il burro freddissimo tagliato a cubetti, il pizzico di sale e le uova precedentemente sbattute leggermente. Mescola il tempo necessario per formare l’impasto, facendo attenzione a non scaldare troppo il burro. Il segreto di una frolla friabile è proprio non scaldarla! Ecco perché viene sempre meglio in una planetaria o in un mixer. In alternativa, se impasti a mano, raffreddale spesso sotto l’acqua.

Forma un panetto con l’impasto, avvolgilo nella pellicola e lascialo risposare in frigo fino al giorno dopo (almeno 12 ore). Questo passaggio è fondamentale perché poi in fase di cottura i Baci di Dama non si sgonfino!

Il giorno successivo, preleva dei pezzetti di pasta dal panetto di circa 10 grammi (pesa i primi poi vai ad occhio) e rotolali tra le mani (sempre fredde mi raccomando) fino a formare delle sfere. Disponi le sfere su una teglia coperta di carta da forno e rimettili in frigo nel tempo necessario a riscaldare il forno statico a 140 gradi.

Cuoci in forno per circa 20/25 minuti. Cuocendo le sfere diventeranno delle semi sfere. Falle raffreddare senza toccarle. Una volta fredde, farciscile con un po’ di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria o nel microonde alla massima potenza per circa 40 secondi.

Note

  • I Baci di Dama sono decisamente più buoni con il passare dei giorni. Resisti alla tentazione di mangiarli tutti subito!
  • Al posto del cioccolato fondente puoi usare una buona crema spalmabile alla nocciola.

Ricetta originale baci di damaRicetta originale baci di dama

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta plumcake allo yogurt e pere

L’altro giorno volevo fare un dolce per la colazione, ma aprendo il frigo non ho trovato altro che qualche uova, due pere e due yogurt. Mi è subito tornata in mente una delle primissime torte che ho imparato a preparare da bambina, anzi, sicuramente il plumcake è stata la prima ricetta in assoluto con la quale mi sono avvicinata al magico mondo della cucina. Ai tempi non si chiamava plumcake ma semplicemente “torta allo yogurt” e si faceva senza pesare nulla, usando solo il vasetto vuoto dello yogurt come unità di misura.

Ho rispolverato questa semplicissima ricetta dal mio quadernino e voilà! Una ricetta velocissima e facile per un dolce perfetto per la colazione o la merenda, morbido e umido come piace a me, che si fa sporcando solo una ciotola!

Ricetta plumcake allo yogurt e pere

Ingredienti

dosi per uno stampo da plumcake da 30 cm

1 vasetto di yogurt alle pere

2 uova

1 vasetto di olio di semi di girasole

2 vasetti di farina 00

1 vasetto di maizena

2 vasetti di zucchero

1 bustina di lievito per dolci

1 pera

un pizzico di sale

Preparazione

Riscalda il forno statico a 170°.

In una ciotola unisci mescolando bene le uova leggermente sbattute, lo yogurt e l’olio.

Ora aggiungi la farina, la maizena, lo zucchero, il lievito e il pizzico di sale. Amalgama bene con una frusta o nel mixer fino a quando il composto sarà uniforme e senza grumi.

Sbuccia e pulisci la pera, tagliala a cubetti e infarinali leggermente, così che una volta aggiunti al composto non affondino.

Versa l’impasto nello stampo da plumcake imburrato e infarinato. Cuoci in forno per almeno 45 minuti, prima di sfornare fai sempre la prova stecchino, che deve uscire asciutto.

Note

  • Lo yogurt può essere anche di soia, così avrai un dolce totalmente privo di lattosio.
  • Per una variante ancora più golosa, puoi aggiungere delle gocce di cioccolato, stanno benissimo con le pere!
  • Se non hai lo yogurt alle pere, puoi usare qualsiasi altro gusto, anche quello al naturale. Ovviamente puoi poi decidere di omettere la frutta a pezzetti o di abbinarla al gusto di yogurt che preferisci. Una variante che adoro è con lo yogurt alle fragole e le fragole intere nell’impasto!
  • Il plumcake si conserva morbido e fragrante fino a una settimana sotto una cupola di vetro.

Ricetta plumcake allo yogurt e pere

A presto!

Firma Giulia

 

0
Share
Ricetta biscotti pere e cioccolato | Where Pretty Happens

Quando la domenica piove o siamo assaliti dallo sconforto per l’avvicinarsi implacabile del lunedì, cosa c’è di meglio da fare che preparare i biscotti?

Credo che ci sia qualcosa di terapeutico nell’affondare le mani in un impasto e nel vedere che qualcosa sta nascendo da ingredienti semplici come zucchero, uova e farina. Poi i biscotti sono divertenti da fare con i bambini, questi ancora di più!

I fagottini pere e cioccolato non sono è una ricetta che si fa in 10 minuti, confezionare tutti questi fagottini è un esercizio zen abbastanza impegnativo. Ma questa sequenza di “taglia – farcisci – chiudi” ti farà riconciliare col mondo e, perché no, anche con il lunedì. Sapere che a colazione ti aspetta qualcosa di buono rende più dolce qualsiasi sveglia, no?

Ricetta biscotti pere e cioccolato | Where Pretty Happens

Ingredienti

dosi per circa 20 biscotti

per la pasta frolla:

70 grammi di burro freddo a cubetti

100 grammi di zucchero di canna

1 uovo

200 grammi di farina integrale

un pizzico di sale

8 grammi di bicarbonato di sodio

per il ripieno:

1 pera

20 grammi di pinoli

50 grammi di cioccolato fondente

una stecca di vaniglia

un cucchiaio di zucchero di canna

Preparazione

Nella planetaria o nel mixer o in una ciotola, sbatti il burro a cubetti insieme allo zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso. Aggiungi l’uovo e mescola. Incorpora anche la farina setacciata insieme al sale e al bicarbonato. Impasta velocemente per non far scaldare l’impasto. Appena sta insieme, forma una palla e fai riposare in frigo per un’oretta, avvolta nella pellicola.

Ricetta biscotti pere e cioccolato | Where Pretty Happens

Riduci la pela pulita in piccoli cubetti e mescolala alle scaglie di cioccolato, ai pinoli, ai semi della stecca di vaniglia e allo zucchero.

Riscalda il forno statico a 180 gradi.

Stendi l’impasto in uno stato di circa 3 millimetri. Con una rotella tagliapasta, ricava dei quadrati di 9 centimetri per lato e dividi poi ogni quadrato in due triangoli.

Al centro di ogni triangolo, metti un cucchiaino abbondante di ripieno. Forma il fagottino sovrapponendo i due angoli  laterali. Lascia che il ripieno fuoriesca in parte dalla busta che avrai creato.

Ricetta biscotti pere e cioccolato | Where Pretty Happens

Cuoci in forno per circa 15 minuti.

Note

  • I fagottini si conservano fino a una settimana in un barattolo chiuso.
  • Puoi usare lo zucchero normale e la farina 00 se non ami il gusto integrale. Le dosi sono le stesse.
  • La ricetta viene dal libro “Profumo di biscotti” di Rossella Venezia.

 

Ricetta biscotti pere e cioccolato | Where Pretty Happens

A presto!

Firma Giulia

2
Share
Ricetta praline al cioccolato e mascarpone ai tre gusti | Where Pretty Happens
,

Questi dolcetti sono così buoni che nessuno crederà che tu li abbia fatti con soli due ingredienti, in dieci minuti e sporcando solo un pentolino! E se hai della granella di nocciole, pistacchi, cocco o del semplice cacao amaro in polvere puoi guarnirli per renderli ancora più gustosi.

Sono perfetti da accompagnare con il caffè a fine pasto, per una merenda sfiziosa e come regalo. Confezionali in una semplice scatola rivestita di carta da forno chiusa con un bel nastro. Sono perfetti anche per la calza della Befana di grandi e piccini!

Ecco la ricetta facilissima delle praline al cioccolato e mascarpone, io le ho fatte con la granella di pistacchio, di nocciola e al cacao. Questi bon bon non sono troppo dolci, si sciolgono in bocca, uno tira l’altro e in un batter d’occhio saranno finiti!

Praline al cioccolato e mascarpone

Ingredienti

dosi per circa 20 cioccolatini

200 g di cioccolato fondente

100 g di mascarpone

2 cucchiai di cacao amaro in polvere

2 cucchiai di granella di nocciole

2 cucchiai di granella di pistacchi

Preparazione

Trita grossolanamente il cioccolato fondente e scioglilo a bagnomaria. Quando sarà completamente sciolto, trasferiscilo in una ciotola e unisci il mascarpone. Mescola bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Copri con la pellicola e lascia risposare in frigorifero per almeno un’ora e mezza.

Quando l’impasto si sarà solidificato, prelevane un cucchiaino abbondante e con le mani forma una pallina. Prosegui con tutto l’impasto, otterrai circa 20 cioccolatini.

Prepara tre ciotoline con le guarnizioni scelte e ricopri le praline rotolandocele bene. Disponi le praline nei pirottini (servono quelli da circa 2/3 cm alla base) e conservale in frigorifero fino a 5 minuti prima di servirle.

Note

  • Si conservano in frigo fino a 4 giorni coperte da pellicola o chiuse in un contenitore.
  • Se non hai la granella, trita brevemente nel frullatore le nocciole. Puoi fare la stessa cosa anche con i pistacchi, attenta però che non siano salati.
  • Puoi guarnirle anche con farina di cocco, granella di mandorle o con quello che più ti piace.

Praline al cioccolato e mascarponePraline al cioccolato e mascarpone Praline al cioccolato e mascarpone

A presto!

Firma Giulia

 

1
Share
Torta di mele

Quando si pensa a “dolce” sono pronta a scommettere che la maggioranza di noi visualizza una torta di mele! Oggi lo chiamiamo comfort food, cibo che sa di casa, di nonna e di mamma, di tradizione, calore e coccola.

La torta di mele è il primo dolce che da bambina ho imparato a fare, facile e veloce, che piace sempre a tutti. Negli anni ne ho provate infinite varianti, ma quando ho voglia di un dolce morbido e leggero, perfetto per la colazione e la merenda, questo semplice impasto con le mele è sempre la soluzione.

L’ingrediente segreto per la sua incredibile morbidezza e leggerezza è l’acqua! Provare per credere!

Torta di mele

Ingredienti

dosi per uno stampo rotondo di 22 cm

3 mele grandi

3 uova

240 g di zucchero (per me di canna)

250 g di farina

130 g di acqua a temperatura ambiente

80 g di olio di semi di girasole

1 bustina di lievito per dolci (16 g)

Preparazione

Riscalda il forno statico a 170°.

Con le fruste elettriche monta le uova e lo zucchero per 5 minuti, devono diventare chiare e spumose.

Aggiungi alternando un po’ di farina setacciata insieme al lievito e un po’ di acqua, mescolando di continuo. Incorpora poi l’olio a filo.

Sbuccia le mele e tagliale a fette. Infarinale leggermente così che non affondino quando le unirai all’impasto.

Imburra e infarina lo stampo e versa metà dell’impasto. Disponi metà delle fette di mela e ricopri con l’altra metà dell’impasto. Ricopri con le mele rimaste.

Cuoci in forno per circa 50 minuti, controlla la cottura sempre con lo stuzzicadente. Lascia raffreddare prima di togliere dalla teglia.

Note

  • Se vuoi puoi aromatizzare a piacere: con la vaniglia o la cannella, con la scorza di limone, con un po’ di rum…
  • Questa torta resta umida e morbida per 4/5 giorni se la conservi al riparo dall’aria.
  • Grazie a Adelaide Melles, la pioniera del “ciambellone più soffice del mondo”!

Torta di meleTorta di meleTorta di mele

 

A presto!

Firma Giulia

1
Share