Gratin di zucca

Ah, il magico poter del gratin… Quella deliziosa crostina dorata che ricopre qualsiasi ingrediente, facendolo diventare immediatamente mille volte più goloso. Unisci poi la croccantezza del gratin alla dolcezza della zucca, e otterrai un perfetto comfort food. La cena ideale per queste sere ancora gelide, quando si rientra a casa stanchi e infreddoliti e ci si vuole premiare con qualcosa di buono.

Ecco quindi a te la ricetta per una serata un po’ storta. Togli scarpe e cappotto, infila i piedi in un paio di calzettoni morbidi e caldi, apri una bottiglia di buon vino, accendi la tua playlist preferita e concediti una cucchiaiata di questo piatto meraviglioso. La serata prenderà subito tutta un’altra piega, promesso!

Gratin di zucca

Ingredienti

700 g di zucca

1 cipolla piccola

1 spicchio d’aglio

3 cucchiai di burro

120 ml di panna (per me di soia)

45 g di pane grattugiato

75 g di formaggio tipo Asiago

qualche filo di erba cipollina

noce moscata q.b.

sale e pepe q.b

Preparazione

Scalda il forno statico a 180°.

In una grande casseruola, sciogli due cucchiai di burro e rosola la cipolla affettata finemente e l’aglio intero. Quando sono ben dorati, aggiungi la zucca pulita e tagliata e fette sottili. Profuma con la noce moscata, il sale e il pepe e lascia cuocere la zucca fino a quando non sarà morbida, ci vorranno circa 5 minuti.

Elimina lo spicchio d’aglio e trasferisci la zucca in una teglia da 25 cm imburrata. Versa la panna, cospargi con il pane grattugiato e il formaggio e termina aggiungendo il rimanente burro a ciuffetti.

Cuoci in forno per 30 minuti, fino a quando non sarà ben dorato. Servi caldo guarnendo con un po’ di erba cipollina.

Note

  • Questa ricetta viene da “La mia cucina in campagna” di Mimi Thorisson, un bellissimo libro di ricette francesi del quale avevo già parlato in questo post sui miei libri di cucina preferiti.
  • Da brava francese, Mimi propone questo gratin come contorno alla carne. Per le nostre abitudini mediterranee, penso che l’abbinamento bistecca e gratin di zucca (e panne e formaggio!) sarebbe un po’ pesante. Io te lo consiglio quindi come piatto unico, accompagnato da un’insalata, oppure come antipasto per una cena importante. A me è capitato di servirlo anche come secondo alternativo alla carne per i miei ospiti vegetariani.
  • Come tutti i gratin, è ottimo anche riscaldato il giorno dopo.

Gratin di zucca

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Torta salata di spinaci

Rieccomi dopo una lunga pausa natalizia! Non che abbia fatto gradi cose, sono stata a Parigi per qualche giorno, ma tra amiche da salutare, pranzi e cene in famiglia, scambi di regali, nuovi progetti e influenze il tempo da dedicare al blog è stato davvero poco. Spero che anche tu abbia passato delle serene feste in compagnia delle persone che ami e passate a fare ciò che ami, e un inizio d’anno pieno di cose belle!

Torno però con una ricetta davvero deliziosa, una crostata salata con tantissimi spinaci e una brisée integrale super friabile e gustosa. Uno dei miei cavalli di battaglia: perfetta sia come piatto unico, accompagnata da una insalata mista, sia come antipasto per una cena più impegnativa. Piace sempre a tutti ed è anche un ottimo modo per far mangiare le verdure ai bambini!

Considerando la quantità di verdure, l’assenza di panna e la brisée integrale, tutto sommato possiamo considerarlo anche come un piatto sano adatto a chi, come me, sta cercando di porre rimedio ai bagordi natalizi. Ma senza rinunciare al gusto!

Torta salata di spinaci

Ingredienti

dosi per una tortiera di 24 cm

per la brisée:

200 g di farina integrale

90 g di burro freddo

1 pizzico di sale

2 o 3 cucchiai di acqua freddissima

per la farcia:

500 g di spinaci surgelati scongelati qualche ora a temperatura ambiente

150 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

50 g di pinoli

2 uova

1 cipolla

1 dl di latte (per me di soia)

olio evo

Preparazione

Come prima cosa prepara la brisée: nel mixer unisci la farina, il pizzico di sale e il burro freddissimo tagliato a pezzetti. Avvia il mixer fino a formare un impasto sabbioso (ci vorranno pochi secondi). Inizia ad aggiungere l’acqua fredda di frigo un cucchiaio alla volta fino a quando non si formerà la palla di pasta. Avvolgila nella pellicola e lasciala riposare in frigorifero per mezzora.

Scalda il forno a 180° statico.

Mentre la brisée riposa, prepara la farcia: in una casseruola, fai rosolare la cipolla in un filo d’olio e aggiungi gli spinaci scongelati e strizzati. Lasciali cuocere per 10 minuti con un pizzico di sale. Aggiungi il latte poco prima di spegnere il fuoco.

In un padellino ben caldo, senza nessun condimento, fai tostare qualche minuto i pinoli.

In una ciotola sbatti le uova con il Parmigiano grattugiato, quindi unisci anche gli spinaci e i pinoli mescolando bene.

Tira la brisée e rivesti una teglia, bucherella il fondo con una forchetta e versaci la farcia. Cuoci in forno per 40 minuti fino a quando la crosta non sarà ben dorata.

Note

  • Per una versione più ricca, sostiuisci il latte con la panna fresca, e una parte del Parmigiano con pecorino.
  • Per una versione più leggera, invece, puoi preparare la brisée con l’olio evo invece che con il burro.

Torta salata di spinaciTorta salata di spinaci

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta strudel di spinaci

L’autunno è arrivato, e se da un lato le giornate che si accorciano mi mettono un po’ di malinconia, dall’altro posso riaccendere finalmente il forno senza timore di trasformare la cucina in un hammam. E io ovviamente ne approfitto subito, perché le mie ricette preferite sono proprio quelle da forno. Morbide dentro e croccanti fuori, sono una estimatrice della “crostina perfetta”.

Oggi ti propongo questo strudel di spinaci. Tanti spinaci! Ma in una forma godereccia che li farà apprezzare anche a chi le verdure non le vuole mai. E poi, come in uno strudel che si rispetti, la frutta secca, quel saporino che non ti aspetti. Facile e veloce con la pasta sfoglia già pronta, una perfetta ricetta salva cena!Ricetta strudel di spinaci

Ingredienti

Un rotolo di pasta sfoglia

700 grammi di spinaci surgelati

100 grammi di Parmigiano Reggiano grattuggiato

50 grammi di uvetta passa

50 grammi di pinoli

2 uova

1 cipolla

Mezzo bicchiere di latte o panna (per me panna di soia)

olio evo q.b.

Preparazione

Preriscalda il forno statico a 200 gradi.

Trita finemente la cipolla e falla appassire in una casseruola con un po’ di olio. Aggiungi gli spinaci lasciati scongelare a temperatura ambiente e lasciali stufare coperti a fiamma bassa, aggiungendo un cucchiaio d’acqua durante la cottura che noti che si stanno attaccando.

Lasciali raffreddare e uniscili nel mixer insieme a al formaggio, le uova e il latte. Frulla per qualche secondo e aggiungi anche l’uvetta passa, che avrai fatto riprendere in un po’ di acqua tiepida e poi strizzata, e i pinoli.

Stendi il rotolo di pasta sfoglia e versa il composto al centro, lasciando i margini vuoti. Chiudi i due lembi più lunghi a portafoglio, facendoli combaciare al centro dello strudel. Per facilitare la chiusura, bagna con un po’ di latte i lembi prima di chiuderli.

Cuoci in forno per circa 30-40 minuti. Per evitare che lo strudel si apra in cottura, puoi posizionarlo dentro uno stampo da plumcake.

Note

  • Come tutte le torte salate, trovo che questo strudel sia più buono non troppo caldo, ma tiepido o addirittura a temperatura ambiente il giorno dopo!
  • È perfetto sia come piatto unico, accompagnato da una insalata ricca, oppure servito a fettine come antipasto o aperitivo.

Ricetta strudel di spinaci

Ricetta strudel di spinaci

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta fish pie - pasticcio di pesce

Brrr… É arrivato il freddo, e con lui la voglia di calze pesanti, coperte morbide, caminetti accesi e comfort food. Quando penso a un comfort food, penso a un piatto fumante appena uscito dal forno, voluttuoso e invitante, da condividere in un freddo mezzogiorno domenicale. Detto fatto!

La fish pie è un piatto tradizionale irlandese, un piatto unico sostanzioso e godereccio composto da uno strato di pesce misto pasticciato e uno strato di purè di patate. Non è una ricetta né veloce né economica, ma è perfetta per un’occasione speciale al posto di una lasagna o una pasta al forno tradizionale. Sicuramente la maggior parte dei tuoi ospiti non l’avranno mai assaggiata, e ti assicuro che la adoreranno!

Ricetta fish pie - pasticcio di pesce

Ingredienti

1 kg di patate

150 g di salmone affumicato

200 g di filetti di merluzzo

200 g di filetti di nasello

500 ml di latte

2 porri piccoli

100 g di burro

3 cucchiai di farina

sale, pepe e noce moscata q.b.

Preparazione

Lessa le patate nel modo che preferisci. Io le cuocio con la buccia in acqua bollente, le scolo e le sbuccio. Passale nello schiacciapatate e in una casseruola a fuoco medio mescolale a 250 ml di latte caldo, metà del burro, il sale e la noce moscata. Mescola per qualche minuto e metti da parte il purè.

Ora dedicati al pesce. Scalda in una casseruola il restante latte e, non appena sfiora il bollore, aggiungi i filetti di merluzzo e nasello precedentemente scongelati e il salmone. Aggiungi anche un porro pulito e tagliato a fettine sottili. Lascia cuocere a fiamma bassa, sobbollendo, per circa un quarto d’ora. Il pesce dovrà cuocersi e ridursi in pezzetti.

Una volta cotto, preleva dalla pentola il pesce con una schiumaiola e tienilo da parte.

Filtra il latte utilizzato per la cottura. In una padella fai rosolare con il restante burro il secondo porro, anche questo pulito e tagliato a fettine sottili. Una volta appassito, aggiungi i 3 cucchiai di farina setacciata e mescola per un minuto. Aggiungi ora il latte e continua la cottura fino ad ottenere una salsa densa. Aggiusta di sale e pepe. Il procedimento è quello della besciamella. Versa i pezzetti di pesce nella salsa, mescola e spegni il fuoco.

è ora il momento di assemblare il tutto. Imburra una pirofila e versa il ripieno di pesce, livellandolo bene. Ricopri con il purè di patate, creando uno strato omogeneo.

Cuoci la fish pie in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 30/40 minuti. La superficie deve essere ben dorata. Lascia raffreddare qualche minuto prima di servire.

Note

  • A seconda della stagione e della disponibilità il tipo di pesce per la fish pie può cambiare: i migliori comunque sono merluzzo, nasello, rana pescatrice, salmone. Io ho usato quello che avevo in casa, tra cui il salmone affumicato che gli conferisce un saporino delizioso. Puoi aggiungere anche delle code di mazzancolle. Insomma, come tutti i pasticci, via libera!
  • Il giorno successivo è ancora più buono perché i sapori avranno avuto modo di mescolarsi. Vista la lungaggine per preparare questa ricetta, ti consiglio di prepararne in abbondanza da dividere in più pirofile da congelare. Ti assicuro che una volta scongelato e scaldato in forno sarà buono come appena fatto!
  • Ovviamente se sei tanto brava puoi usare il pesce fresco, io uso con soddisfazione quello giù pulito e congelato!

Ricetta fish pie - pasticcio di pesceRicetta fish pie - pasticcio di pesceRicetta fish pie - pasticcio di pesce

A presto!

Firma Giulia

 

0
Share
Ricetta involtini di melanzane

Non so se si è capito, ma le melanzane mi piacciono moltissimo. Penso che questa sia la terza ricetta a base di melanzane che pubblico quest’estate! Eh sì, quando mi prende una fissa per un po’ divento monotematica…

Ma d’altronde, è ancora estate, le melanzane crescono saporite e in abbondanza, si ha voglia di piatti spensierati… Quando ho visto questa ricetta su uno dei miei libri di cucina preferiti – Quello che piace a Irene – ho voluto subito provarla. Scommetto che piacerà anche a te!

Eccoti la ricetta di questi involtini di melanzane con scamorza affumicata e pomodori secchi. Sono perfetti sia come antipasto o aperitivo che come piatto unico. Sono così saporiti che sembra incredibile che servano solo 3 ingredienti. Però mi raccomando, di ottima qualità!

Ricetta involtini di melanzane

Ingredienti

dosi per circa 10 involtini

2 melanzane medie

200 grammi di scamorza affumicata

10 pomodori secchi

Preparazione

Taglia le melanzane lavate e asciugate a fette di circa mezzo centimetro. Lasciale spurgare per una mezzoretta con un po’ di sale grosso in uno scolapiatti.

Togli il sale in eccesso e grigliale con poco olio sulla piastra.

Preriscalda il forno a 180 gradi.

Disponi su ogni fetta di melanzana una fettina di scamorza e un pomodoro secco. Arrotolala e ferma l’involtino con un rametto di rosmarino.

Passa in forno per 10 minuti, giusto il tempo di far sciogliere la scamorza.

Note

  • Io li ho preparati in anticipo e passati nel forno poco prima di servirli, ottimi!
  • Ovviamente per fermare gli involtini va bene anche un semplice stuzzicante, ma il rosmarino gli regala un aroma delizioso in più (ed è più carino!).

Ricetta involtini di melanzane

A presto!

Firma Giulia

 

1
Share
Peperoni ripieni

La domenica è fatta di coccole, pranzi lenti, cucinati insieme tra una chiacchiera e una canzone. È la giornata dei pranzi in famiglia, delle ricette autentiche e antiche della nonna. È la giornata dell’indulgenza, quinci ci piace concederci piatti più calorici e goderecci, che appaghino gli occhi e il palato. Se poi al mercato scorgo dei peperoni come questi, dei veri e propri capolavori, non posso resistere e corro a casa a preparare i peperoni ripieni!

I peperoni ripieni sembrano un piatto quasi leggero, con i loro colori brillanti che ricordano l’estate. Come i fiori che si colorano dei toni più accesi per attirare le api, questo piatto fa venire l’acquolina in bocca al primo sguardo. Chi può resistere al salsiccia e al pecorino, e vogliamo parlare di quella gratinatura dorata?

Ecco la ricetta di questi scrigni colorati che nascondono un trionfo di sapori classici e confortanti.

Peperoni ripieni

Ingredienti

dosi per 4 peperoni medi

4 peperoni medi

300 g di macinato di carne di suino

150 g di salsiccia

2 uova

50 g + 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

50 g di pecorino romano grattugiato

80 g di pane in cassetta

2 cucchiai di pangrattato

sale e pepe

olio evo

Preparazione

Riscalda il forno statico a 180 gradi.

Pulisci la salsiccia togliendo la pelle. Mescola in una ciotola insieme al macinato, il Parmigiano (ad eccezione di 2 cucchiai) e il pecorino grattugiati, il pane triturato e le uova. Aggiusta di sale e pepe.

Lava i peperoni, asciugali e scoperchiali con un coltello. Tieni da parte i coperchi. Pulisci bene l’interno aiutandoti con un cucchiaio. Mi raccomando, elimina tutti i semini e le parti bianche!

Riempi i peperoni con l’impasto e cospargili con 2 cucchiai di pangrattato e 2 cucchiai di Parmigiano mescolati, irrora con un filo d’olio. Adagia i peperoni in una teglia non troppo grande, in modo che restino vicini e non rischino di cadere durante la cottura.

Cuocili in forno per 60 minuti. In un’altra placca, fai cuocere anche i coperchi di peperone per circa 20 minuti.

A cottura ultimata, chiudi con i propri coperchi i peperoni, fai raffreddare per qualche minuto e servi accompagnati da un’insalata leggera.

Note

  • Per una versione più light, puoi sostituire il macinato di suino con macinato di vitellone ed omettere la salsiccia (sostituiscila con altrettanto macinato).
  • Se hai del pane raffermo, puoi utilizzarlo al posto del pane in cassetta: taglialo a pezzetti, bagnalo con acqua o latte e lascialo ammorbidire. Poi strizzalo per eliminare l’eccesso di liquido.
  • I peperoni più adatti per questa ricetta sono quelli a base quadrata, in modo da riuscire a farli stare in piedi con facilità.
  • Se ti piace, puoi aggiungere al ripieno un cucchiaio di prezzemolo tritato.

Peperoni ripieni Peperoni ripieni Peperoni ripieniPeperoni ripieni

A presto!

Firma Giulia

0
Share