Torta salata di spinaci

Rieccomi dopo una lunga pausa natalizia! Non che abbia fatto gradi cose, sono stata a Parigi per qualche giorno, ma tra amiche da salutare, pranzi e cene in famiglia, scambi di regali, nuovi progetti e influenze il tempo da dedicare al blog è stato davvero poco. Spero che anche tu abbia passato delle serene feste in compagnia delle persone che ami e passate a fare ciò che ami, e un inizio d’anno pieno di cose belle!

Torno però con una ricetta davvero deliziosa, una crostata salata con tantissimi spinaci e una brisée integrale super friabile e gustosa. Uno dei miei cavalli di battaglia: perfetta sia come piatto unico, accompagnata da una insalata mista, sia come antipasto per una cena più impegnativa. Piace sempre a tutti ed è anche un ottimo modo per far mangiare le verdure ai bambini!

Considerando la quantità di verdure, l’assenza di panna e la brisée integrale, tutto sommato possiamo considerarlo anche come un piatto sano adatto a chi, come me, sta cercando di porre rimedio ai bagordi natalizi. Ma senza rinunciare al gusto!

Torta salata di spinaci

Ingredienti

dosi per una tortiera di 24 cm

per la brisée:

200 g di farina integrale

90 g di burro freddo

1 pizzico di sale

2 o 3 cucchiai di acqua freddissima

per la farcia:

500 g di spinaci surgelati scongelati qualche ora a temperatura ambiente

150 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

50 g di pinoli

2 uova

1 cipolla

1 dl di latte (per me di soia)

olio evo

Preparazione

Come prima cosa prepara la brisée: nel mixer unisci la farina, il pizzico di sale e il burro freddissimo tagliato a pezzetti. Avvia il mixer fino a formare un impasto sabbioso (ci vorranno pochi secondi). Inizia ad aggiungere l’acqua fredda di frigo un cucchiaio alla volta fino a quando non si formerà la palla di pasta. Avvolgila nella pellicola e lasciala riposare in frigorifero per mezzora.

Scalda il forno a 180° statico.

Mentre la brisée riposa, prepara la farcia: in una casseruola, fai rosolare la cipolla in un filo d’olio e aggiungi gli spinaci scongelati e strizzati. Lasciali cuocere per 10 minuti con un pizzico di sale. Aggiungi il latte poco prima di spegnere il fuoco.

In un padellino ben caldo, senza nessun condimento, fai tostare qualche minuto i pinoli.

In una ciotola sbatti le uova con il Parmigiano grattugiato, quindi unisci anche gli spinaci e i pinoli mescolando bene.

Tira la brisée e rivesti una teglia, bucherella il fondo con una forchetta e versaci la farcia. Cuoci in forno per 40 minuti fino a quando la crosta non sarà ben dorata.

Note

  • Per una versione più ricca, sostiuisci il latte con la panna fresca, e una parte del Parmigiano con pecorino.
  • Per una versione più leggera, invece, puoi preparare la brisée con l’olio evo invece che con il burro.

Torta salata di spinaciTorta salata di spinaci

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit

Alzi la mano chi non si trova ogni tanto con il frigorifero pieno di verdure e zero idee nuove per cucinarle. O chi non ha commensali che le verdure proprio non le amano…

In questi casi, una tatin salata di verdure è la soluzione perfetta. Questa l’ho fatta con tantissime melanzane, addolcite dai pomodorini caramellati e insaporite dalla frutta secca. La base è una brisée senza uova e nella farcia ci sono solo verdure cotte con un filo d’olio, senza uova, panna o formaggi.

Un’idea gustosa e originale, ma anche sana, per portare in tavola tante verdure. Ti lascio la ricetta:

Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit

Ingredienti

dosi per una tortiera da 23 cm

per la pasta briséè:

200 g di farina 00

90 g di burro freddo

1 pizzico di sale

2 o 3 cucchiai di acqua freddissima

per la farcia:

2 melanzane medie

2 manciate di pomodorini

1 scalogno

30 g di pinoli

30 g di pistacchi sgusciati

20 g di uvetta

1 cucchiaio di zucchero

origano q.b.

sale e pepe q.b.

olio evo

Preparazione

Inizia facendo la pasta brisée: metti nel mixer la farina, il pizzico di sale e il burro freddo tagliato a cubetti. Avvia il mixer per qualche secondo, otterrai un composto sabbioso. A questo punto aggiungi poca alla volta l’acqua freddissima, mescolando fino ad ottenere un impasto omogeneo. Non lavorarlo più del necessario, il segreto di una pasta brisée – così come della sua cugina dolce, la pasta frolla – è non scaldare il burro. Avvolgi la palla nella pellicola e lascia riposare in frigo almeno mezzora.

Mentre la brisée riposa, prepara la farcia iniziando dai pomodorini confit: tagliali a metà e disponili in una teglia con il lato aperto verso l’alto. Condiscili con lo zucchero, un pizzico di sale, il pepe e l’origano. Lasciali cuocere in forno statico a 160° per un’oretta.

Nel frattempo, affetta le melanzane a cubetti piuttosto piccoli e cuocile in padella insieme allo scalogo tritato e un po’ d’olio e sale. Se le melanzane che compri di solito sono un po’ amare, lasciale prima in uno scolapiatti, tagliate a fette, con una manciata di sale grosso. Basterà qualche ora perché perdano l’acqua in eccesso e il gusto amarognolo.

Tosta i pinoli e i pistacchi in una padella antiaderente senza nessun condimento. Attenzione a non bruciarli, basteranno pochi secondi! Ammolla l’uvetta in acqua tiepida per qualche minuto e poi strizzala. Mescola la frutta secca alle melanzane.

Ora componi la tua tatin: sul fondo di una pirofila rivestita di carta da forno, disponi i pomodorini confit con il lato aperto verso l’alto. Sopra versa le melanzane e livella bene. Stendi la pasta brisée e copri la farcia, rimboccando i bordi sotto di essa.

Bucherella la superficie e cuoci in forno statico a 180° per circa 30 minuti, la brisée dovrà risultare dorata e croccante. Lascia intiepidire la tatin prima di rivoltarla sul piatto da portata.

Note

  • Questa tarte tatin salata è ottima anche solo con le melanzane, o solo con i pomodorini confit, o con qualsiasi verdura tu abbia a disposizione.
  • Una versione più estiva che amo molto è con le melanzane, i pomodorini, la mozzarella e tantissimo basilico.

Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit
Ricetta tatin di melanzane e pomodori confit

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Ricetta strudel di spinaci

L’autunno è arrivato, e se da un lato le giornate che si accorciano mi mettono un po’ di malinconia, dall’altro posso riaccendere finalmente il forno senza timore di trasformare la cucina in un hammam. E io ovviamente ne approfitto subito, perché le mie ricette preferite sono proprio quelle da forno. Morbide dentro e croccanti fuori, sono una estimatrice della “crostina perfetta”.

Oggi ti propongo questo strudel di spinaci. Tanti spinaci! Ma in una forma godereccia che li farà apprezzare anche a chi le verdure non le vuole mai. E poi, come in uno strudel che si rispetti, la frutta secca, quel saporino che non ti aspetti. Facile e veloce con la pasta sfoglia già pronta, una perfetta ricetta salva cena!Ricetta strudel di spinaci

Ingredienti

Un rotolo di pasta sfoglia

700 grammi di spinaci surgelati

100 grammi di Parmigiano Reggiano grattuggiato

50 grammi di uvetta passa

50 grammi di pinoli

2 uova

1 cipolla

Mezzo bicchiere di latte o panna (per me panna di soia)

olio evo q.b.

Preparazione

Preriscalda il forno statico a 200 gradi.

Trita finemente la cipolla e falla appassire in una casseruola con un po’ di olio. Aggiungi gli spinaci lasciati scongelare a temperatura ambiente e lasciali stufare coperti a fiamma bassa, aggiungendo un cucchiaio d’acqua durante la cottura che noti che si stanno attaccando.

Lasciali raffreddare e uniscili nel mixer insieme a al formaggio, le uova e il latte. Frulla per qualche secondo e aggiungi anche l’uvetta passa, che avrai fatto riprendere in un po’ di acqua tiepida e poi strizzata, e i pinoli.

Stendi il rotolo di pasta sfoglia e versa il composto al centro, lasciando i margini vuoti. Chiudi i due lembi più lunghi a portafoglio, facendoli combaciare al centro dello strudel. Per facilitare la chiusura, bagna con un po’ di latte i lembi prima di chiuderli.

Cuoci in forno per circa 30-40 minuti. Per evitare che lo strudel si apra in cottura, puoi posizionarlo dentro uno stampo da plumcake.

Note

  • Come tutte le torte salate, trovo che questo strudel sia più buono non troppo caldo, ma tiepido o addirittura a temperatura ambiente il giorno dopo!
  • È perfetto sia come piatto unico, accompagnato da una insalata ricca, oppure servito a fettine come antipasto o aperitivo.

Ricetta strudel di spinaci

Ricetta strudel di spinaci

A presto!

Firma Giulia

0
Share
Quiche di zucca e pecorino

Se penso all’autunno una delle prime cose che mi viene in mente è la zucca. La adoro sia per il suo gusto super trasformista per ricette dolci e salate mai scontate, sia per il suo aspetto allegro e rassicurante ideale da lasciare in bella vista in giro per casa.

Torte salate, gnocchi, vellutate, risotti, polpette, muffin, pesti… la uso in mille modi e appena leggo di una ricetta dove la zucca fa da protagonista, penso subito “Mia!”. Ecco che quando ho questa sfiziosissima crostata alla zucca e pecorino non mi sono fatta attendere.

QQuesta torta salata è deliziosa sia tiepida che fredda il giorno dopo (ammesso che riusciate ad avanzarne, confesso che io ci sono riuscita con grandi difficoltà). Se invece che usare uno stampo intero fate tante mini crostatine farete una figura meravigliosa ad un brunch in piedi o a un pic nic fuori porta, ma potete anche tagliarla a cubotti e servirla in graziose pile.

Quiche-zucca-pecorino_3b

Ingredienti

dosi per una tortiera di 26 cm ø

per la pasta brisée:

200 g di farina

90 g di burro freddo

1 pizzico di sale

2 o 3 cucchiai di acqua freddissima

per la farcia:

500 g di polpa di zucca

1 spicchio d’aglio

5 o 6 foglie di salvia

2 uova

100 ml di latte (per me di soia)

120 g di pecorino

sale e pepe

noce moscata

Preparazione

Riscalda il forno a 200°.

Pulisci la zucca e taglia la polpa a cubotti. Disponila in una teglia rivestita di carta da forno (senza usare condimenti), aggiungi lo spicchio d’aglio schiacciato e la salvia.

Cuoci la zucca per circa 30 minuti.

Nel frattempo dedicati alla pasta brisée. Nel mixer unisci la farina, il pizzico di sale e il burro freddissimo tagliato a pezzetti. Avvia il mixer fino a formare un impasto sabbioso (ci vorranno pochi secondi). Inizia ad aggiungere l’acqua fredda di frigo un cucchiaio alla volta fino a quando non si formerà la palla di pasta. Avvolgila nella pellicola e lasciala riposare in frigorifero per mezzora.

Il segreto per una brisée friabile, così come per la sua sorella dolce – pasta frolla, è non scaldarla durante la preparazione. Ecco perché io preferisco usare il mixer, toccando l’impasto con le mani solo negli ultimi passaggi.

Mentre la brisée riposa, termina la farcitura: nel mixer mescola la zucca (puoi togliere lo spicchio d’aglio se non lo ami), il pecorino grattugiato, il latte e le uova. Frulla fino ad ottenere una crema liscia. Aggiusta di sale e pepe e aromatizza con la noce moscata.

Stendi la pasta brisée e rivesti lo stampo. Bucherella il fondo e versa la crema di zucca. Cuoci in forno a 180° per 30 minuti.

Note

  • Puoi sostituire il latte di soia con latte vaccino o con panna da cucina.
  • Con il mio forno non ho avuto bisogno di cuocere prima la brisée. Nel caso, puoi cuocere solo la pasta alla cieca per circa 10 minuti. Dopo averla stesa nello stampo, bucherella la superficie, rivestila con la carta da forno e versa sopra un paio di manciate di ceci o fagioli secchi. Trascorsa la cottura, elimina i legumi (ma non gettarli, ti serviranno la prossima volta) e versa sulla brisée la crema di zucca.
  • L’ispirazione per questa ricetta arriva da Laura, l’ho leggermente modificata per i miei gusti.

Quiche di zucca e pecorino

Quiche di zucca e pecorino

Quiche di zucca e pecorino

A presto!

Firma Giulia

0
Share